Mostra Frida Kahlo. Il caos dentro - Milano

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 08/07/2020 Aggiornato il 31/05/2021
Dal al
Milano (MI)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.

Le notizie pubblicate sono verificate fino alla data di pubblicazione. Successivamente, in relazione alla pandemia e al peggioramento della situazione contingente, possono subire modifiche legate a nuove restrizioni richieste per legge, anche a livello locale e regionale.

Regione: Lombardia
Luogo: Fabbrica del Vapore, via Giulio Cesare Procaccini 4
Telefono: 338/8507930; 333/6095192
Orari di apertura: 9,30-19,30; sabato, domenica e festivi 9,30-21
Costo: 15 euro; ridotto 12 euro
Dove acquistare: www.etes.it
Sito web: www.mostrafridakahlo.it
Organizzatore: Navigare Srl e Comune di Milano
Note:
La Fabbrica del Vapore ospita un percorso sensoriale tecnologico e spettacolare che immerge il visitatore nella vita della grande artista messicana Frida Kahlo (Coyoacán, 1907 - 1954), esplorandone la dimensione artistica, umana, spirituale.

Un'opportunità unica per entrare negli ambienti dove la pittrice visse, per capire, attraverso i suoi scritti e la riproduzione delle sue opere, la sua poetica e il fondamentale rapporto con Diego Rivera, per vivere, attraverso i suoi abiti e i suoi oggetti, la sua quotidianità e gli elementi della cultura popolare.

La mostra, dopo una spettacolare sezione multimediale con immagini animate e una cronistoria raccontata attraverso le date che hanno segnato le vicende personali e artistiche della pittrice, entra nel vivo con la riproduzione minuziosa dei tre ambienti più vissuti da Frida a Casa Azul, la celebre magione messicana costruita in stile francese da Guillermo Kahlo nel 1904 e meta di turisti e appassionati da tutto il mondo: la camera da letto, lo studio realizzato nel 1946 al secondo piano e il giardino.

La sezione "I colori dell’anima", curata da Alejandra Matiz, direttrice della Fondazione Leo Matiz di Bogotà, presenta i ritratti fotografici di Frida realizzati dal celebre fotografo colombiano Leonet Matiz Espinoza (1917-1988).

La mostra prosegue con una sezione dedicata a Diego Rivera, dove si trovano proiettate le lettere più evocative che Frida scrisse al marito. Poi una stanza dedicata alla cultura e all’arte popolare in Messico, che tanta influenza ebbero sulla vita di Frida.

Il focus sulla tradizione messicana procede con la sezione dedicata a alcuni dei più conosciuti murales realizzati da Diego Rivera in varie parti del mondo.

Lo spazio finale è riservato alla parte ludica e divertente dell’esposizione: la sala multimediale 10D combina video ad altissima risoluzione, suoni e effetti speciali, una esperienza sensoriale di realtà aumentata molto emozionante, adatta a grandi e piccoli.

La mostra è curata da Antonio Arèvalo, Alejandra Matiz, Milagros Ancheita e Maria Rosso.
Frida Kahlo. Il caos dentro
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com