Mostra Folon. L’etica della poesia. Tra impegno civile, denuncia e speranza nell’uomo - Città del Vaticano - Roma

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 09/04/2020 Aggiornato il 09/04/2020
Dal al
Città del Vaticano - Roma (RM)
Regione: Lazio
Luogo: Musei Vaticani, Collezione d’Arte Contemporanea, Salette della Torre, viale Vaticano, 100
Telefono: 06/69884676; 06/69883145
Orari di apertura: 9-18. Domenica e festivi chiuso
Costo: 16 euro; ridotto 8 euro. Ultima domenica del mese ingresso libero
Sito web: www.museivaticani.va
Organizzatore: Musei Vaticani e Fondation Folon
Dove acquistare: www.museivaticani.va
Note:
L’evento è il frutto di una collaborazione che i Musei Vaticani hanno avviato con la Fondation Folon in occasione della donazione di "A propos de la Création", magnifica serie di otto grafiche dedicate al Libro della Genesi (1989-90), e della scultura in bronzo Angelo custode (2005) che al termine della mostra entreranno a far parte delle collezioni vaticane.

L’attività di illustratore, pittore e scultore dell’artista belga Jean-Michel Folon (1934-2005) è nota e amata in tutto il mondo: il suo personaggio con cappello e cappotto blu, i suoi paesaggi a metà tra sogno e fantasia, sono gli ingredienti di una poetica profonda e intensa.

Eppure non tutti sanno che Folon ha dedicato gran parte della sua opera a tematiche legate all’impegno civile, alle ingiustizie e ai soprusi che abitano il nostro mondo.

È questo l’argomento scelto dai Musei Vaticani e dalla Fondation Folon per questa mostra straordinaria: una selezione di ottanta disegni e acquerelli, molti inediti, che dalle opere giovanili di protesta arrivano ai grandi acquerelli degli anni Ottanta e Novanta, e alle sculture enigmatiche della sua ultima stagione, così feconda, dell’inizio degli anni Duemila.

Il percorso espositivo è suddiviso per temi: L’uomo e la metropoli, L’uomo e la natura, L’uomo e la guerra, I diritti dell’uomo, Le stanze della speranza e I Manifesti.

Tra le opere più note di Folon figurano i 19 acquerelli da lui realizzati nel 1988 per la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo.

L’esposizione è curata da Stéphanie Angelroth, direttrice della Fondation Folon, Micol Forti, Curatrice della Collezione d’Arte Moderna e Contemporanea dei Musei Vaticani, e Marilena Pasquali, storica dell’arte e membro del comitato scientifico della Fondation Folon.



Folon. L’etica della poesia. Tra impegno civile, denuncia e speranza nell’uomo
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com