Mostra Flavio Paolucci e Giovanni Frangi. Assoluto naturale - Verona

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 27/09/2021 Aggiornato il 27/09/2021
Dal al
Verona (VR)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Da venerdì 6 agosto all’ingresso di musei, mostre, altri istituti e luoghi della cultura è necessario esibire il documento di identità e il Green pass o il certificato di guarigione dall’infezione da Sars-CoV-2 o il risultato negativo di un test molecolare o antigenico rapido. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Veneto
Luogo: Kromya Art Gallery, via Oberdan 11c
Telefono: 045/9788842
Orari di apertura: 10-12,30; 16-19,30. Domenica e lunedì chiuso
Costo: Ingresso libero
Dove acquistare: 0 - ingresso libero
Sito web: www.kromyartgallery.com
Organizzatore: Kromya Art Gallery
Note:
Kromya Art Gallery porta nella propria sede di Verona ospita il progetto degli artisti Flavio Paolucci e Giovanni Frangi, in dialogo sulla valenza simbolica degli elementi naturali.
Un percorso immersivo in cui le sculture in bronzo, tipiche del linguaggio dell’artista ticinese Flavio Paolucci, si fondono con i dipinti astratti dell’artista milanese Giovanni Frangi, in un confronto che pone l’accento sul rapporto uomo/natura e sull’impatto dell’attività umana sull’ambiente.

Le opere di Flavio Paolucci (Torre, 1934) rappresentano gli oltre sessant’anni di carriera e di riflessione di un’artista da sempre fortemente legato alla natura e alle sue peculiarità.
Composizioni caratterizzate da una ricerca sottile di equilibro e semplicità visiva diventano veicolo di tematiche primordiali, quali la ciclicità, la caducità dell’esistenza e la rinascita, in un gioco di equilibrio delle parti con il tutto. Nella sua ricerca, l’attenzione al mondo vegetale si concretizza nell’uso di materiali grezzi, privi di vita, come rami, sassi e foglie, che fusi con elementi in bronzo, vetro, legno o carta, tornano a ricoprire un ruolo vitale e pulsante, per essere collocati in un ambiente a forte valenza simbolica.

L’accezione ciclica del tema naturale diviene elemento centrale e fondante anche nell’opera di Giovanni Frangi (Milano, 1959): per l’artista è necessario approfondire il senso della ripetizione che si ripresenta nell’avvicendarsi delle stagioni, al contempo uguale e mutata.
Partendo da un’immagine fotografica scattata personalmente, Frangi fonde in un unicum la verosimiglianza dell’immagine all’inverosimile della tecnica: un campo d’azione circoscritto e infinito, come la forza naturale da cui prende spunto.

La natura assume così i contorni di un elemento totalizzante, articolato su superfici e materiali differenti che tendono, tutti a una riflessione comune: la serialità come variazione, automatismo e sperimentazione.

Flavio Paolucci e Giovanni Frangi saranno i protagonisti, insieme a Davide Coltro, Federico Ferrarini e altri autori selezionati, dello stand progettato da Kromya Art Gallery in occasione della sedicesima edizione di ArtVerona, in programma dal 15 al 17 ottobre 2021 all’interno del polo fieristico di Verona.

Flavio Paolucci e Giovanni Frangi. Assoluto naturale
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com