Mostra Ettore Sottsass. Struttura e colore - Milano

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 02/12/2021 Aggiornato il 07/04/2022
Dal al
Milano (MI)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte con le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Per modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) verificare sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.

Le informazioni sono verificate prima della data di pubblicazione. Successivamente, in relazione alla pandemia, possono subire modifiche legate a eventuali nuove restrizioni di legge.

Regione: Lombardia
Luogo: La Triennale, viale Emilio Alemagna 6
Telefono: 02/724341
Orari di apertura: 11-20. Lunedì chiuso
Costo: Ingresso libero
Dove acquistare: 0 - ingresso libero
Sito web: www.triennale.org
Organizzatore: La Triennale di Milano
Note:
La mostra riprende il titolo di un articolo del 1954 di Ettore Sottsass (Innsbruck, 1917 - Milano, 2007). Vengono esposte opere pittoriche, disegni, fotografie e oggetti che mettono in evidenza la sua particolare attenzione alla relazione tra l'uomo, le sue necessità, i suoi riti e lo spazio abitato.

In contemporanea viene inaugurata Sala Sottsass, al primo piano del Palazzo dell'Arte. Sala Sottsass accoglie la ricostruzione e l’allestimento permanente di un interno di una residenza privata, Casa Lana, progettata da Ettore Sottsass intorno alla metà degli anni Sessanta a Milano e da oggi accessibile al pubblico grazie alla donazione di Barbara Radice Sottsass.

Intorno all’allestimento permanente di Casa Lana sono previste mostre ed eventi che mettano in luce diversi aspetti del lavoro e del pensiero del maestro. A fianco del ciclo espositivo, una serie di donazioni mirate diventerà il nucleo di un importante fondo dell'architetto Ettore Sottsass jr all'interno della collezione permanente di Triennale Milano.

In Triennale viene esposto il nucleo centrale di Casa Lana, una struttura in legno con divani disposti in modo da creare un luogo di soggiorno protetto per chiacchierare e ascoltare musica, mentre lo spazio intorno è organizzato per assolvere a varie attività e funzioni. Gli spazi sono ottimizzati perché, eliminati i corridoi, si crea, nelle parole di Ettore Sottsass (“Domus”, 1967) “una piazzetta nella quale si gira e ci si incontra”.

L’allestimento della Sala e la sua ricostruzione filologica sono stati oggetto di un approfondito lavoro di studio da parte dell’archivio e del laboratorio di restauro di Triennale Milano, a cui hanno partecipato, tra gli altri, Luca Cipelletti, che ne ha curato l’allestimento nello spazio centrale al primo piano di Triennale, e Christoph Radl, che ha seguito l’art direction del progetto.

Triennale Milano con il suo Museo del Design Italiano porta avanti così il lavoro di promozione e valorizzazione dei maestri del design e dell’architettura italiani e di rafforzamento di un sistema virtuoso di dialogo con istituzioni, archivi, centri di studio per realizzare progetti di ricerca volti alla realizzazione di mostre, pubblicazioni e giornate di studio.

La mostra è curata da Marco Sammicheli.
Ettore Sottsass. Struttura e colore
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com