Mostra Easy Rider. Il mito della motocicletta come arte - Venaria Reale

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 04/07/2018 Aggiornato il 05/12/2018

Dedicata al mondo delle due ruote, la mostra propone tanti modelli di motociclette, alcuni evocano film leggendari, come il chopper di Easy Rider, la Triumph Bonneville che Steve McQueen guidava ne il selvaggio. 

Dal al
Venaria Reale (TO)
Regione: Piemonte
Luogo: Reggia di Venaria, Citroniera delle Scuderie Juvarriane, piazza della Repubblica 4
Telefono: 011/4992333
Orari di apertura: 10-18
Costo: 14 euro; ridotto 12 euro
Note:
Oppure i bolidi da gran premio, la MV Agusta di Giacomo Agostini, la Yamaha di Valentino Rossi e la Ducati di Casey Stoner. Altri veicoli invece fanno un tutt’uno con il viaggio e l’avventura, come la mitica Vespa di Bettinelli che ha percorso 24.000 km da Roma a Saigon. Fotografie, libri, still e locandine di cinema raccontano un mondo che esprime una visione a 360 gradi sulla moto. Certo, il desiderio di libertà, la rabbia, la voglia di fuga ma soprattutto quella scoperta di sé che sfiora la filosofia e si materializza attraverso il viaggio. La mostra, a cura di Luca Beatrice, Arnaldo Colasanti e Stefano Fassone, racconta gli episodi di una storia straordinaria diventata leggenda: tra stile, velocità, prestazioni, la motocicletta ha alimentato il mito del viaggio, della conquista della libertà, della solitudine nel paesaggio dal quale niente separa mentre lo si attraversa sfrecciando su due ruote. Nove le sezioni in cui si sviluppa il racconto: Stile, forma e design italiano; il Giappone e la tecnologia; il Mal d’Africa; Off Road fango; Café racer; Sì viaggiare; Il mito americano; La Velocità; La moto e il cinema.
Easy Rider. Il mito della motocicletta come arte
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l'esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.