Mostra Dinamismo di un cane senza guinzaglio - Monza

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 13/10/2021 Aggiornato il 13/10/2021
Dal al
Monza (MB)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Da venerdì 6 agosto all’ingresso di musei, mostre, altri istituti e luoghi della cultura è necessario esibire il documento di identità e il Green pass o il certificato di guarigione dall’infezione da Sars-CoV-2 o il risultato negativo di un test molecolare o antigenico rapido. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Lombardia
Luogo: Leogalleries, via De Gradi 10
Telefono: 039/5960835
Orari di apertura: 10-13; 15-19 da martedì a sabato. Domenica e lunedì chiuso
Costo: Ingresso libero
Dove acquistare: 0 - ingresso libero
Sito web: LeoGalleries - Home | Facebook
Organizzatore: Leogalleries
Note:
Il passato e il presente, l’arte di fine Ottocento e la tecnologia contemporanea. A farsi ponte e mediatore tra due sponde apparentemente lontanissime è Nicolò Tomaini (Bellano, Lecco, 1989) artista lecchese, tra i protagonisti della Biennale Giovani 2021. A lui la LeoGalleries dedica una personale speciale, mettendo in mostra opere dei maestri del Futurismo e le sue riflessioni alla ricerca della memoria.

Tomaini manipola, smantella e reinventa opere originali, quadri del Sette e Ottocento. Li taglia, li riassembla, riscrivendoli in una nuova e attuale dimensione. Quattro le serie esposte. Tra le quali: “Caricamento di immagine” dove l’oggetto tecnologico fa da filtro, congelando l’immagine nuova in un eterno a mai compiuto caricamento.
Tomaini scrive sulle tele il codice sorgente, una sequenza informatica che entra nella realtà fisica del quadro destrutturandone l’essenza.

All’origine di questa riflessione ci sono i dipinti su tablet che l’artista ha iniziato a realizzare su autentici supporti informatici, già cinque anni fa, «per riportare la pittura in un contesto attuale, su un supporto conosciuto da tutti».

A unire il passato moderno dei futuristi era il mito della velocità, quello stesso mito che Tomaini ripropone attualizzandolo, in una visione originale e disincantata.





Dinamismo di un cane senza guinzaglio
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com