Mostra Di semi e di pietre. Viaggio nella rinascita di un territorio - Amatrice

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 22/07/2021 Aggiornato il 22/07/2021
Dal al
Amatrice (RI)
ATTENZIONE
Le mostre possono essere aperte con modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ), che è preferibile verificare direttamente con gli organizzatori o sul sito, prima di recarsi sul posto.
Regione: Lazio
Luogo: Area Food di Amatrice, Frazione San Cipriano e Accumoli, centro storico
Telefono: 335/8149367 Terraproject; 0746/826344 Pro Loco
Orari di apertura: 24 ore su 24
Costo: Ingresso libero
Dove acquistare: 0 - ingresso libero
Sito web: www.terraproject.net
Organizzatore: TerraProject in collaborazione con Regione Lazio e Lazio Crea
Note:
In occasione del quinto anniversario del sisma che colpì l’Italia centrale nell’agosto 2016, una mostra fotografica per la prima volta ne racconta la storia attraverso le immagini delle persone e dei luoghi, per non dimenticare e guardare al futuro.

Dall’agosto 2016 il collettivo di fotografi TerraProject – Michele Borzoni, Simone Donati, Pietro Paolini, Rocco Rorandelli – ha attraversato i luoghi del terremoto, da Amatrice ad Accumoli nel Lazio, fino ai comuni delle Marche e le frazioni circostanti, seguendo e documentando tutte le fasi di un percorso difficile e di un coraggioso di ritorno alla vita.

Un tempo di ricerca lungo che ha permesso di osservare con attenzione le storie delle persone sul territorio, una narrazione lontana dal clamore dei primi giorni e vicina a chi ha scelto di resistere. 

I fotografi di TerraProject sono stati testimoni di un tempo ciclico attraverso le stagioni, i tempi dell’agricoltura, gli anni scolastici e la vita quotidiana. La presenza costante ha permesso di proseguire la documentazione in maniera indipendente e di poter raccogliere tutti quegli attimi, nei mesi e negli anni, che si chiamano “ricostruzione”, fino ad arrivare a oggi, anniversario del sisma e momento scelto per condividere con il pubblico e gli abitanti il lavoro svolto insieme.

La mostra racconta attraverso più di 120 fotografie un tempo pieno di pietre, quelle delle macerie dei muri crollati ma anche delle rocce delle montagne eterne, sottofondo costante nella vita quotidiana; e pieno di semi, tutti coloro che hanno continuato a prendersi cura della propria terra: ragazze e ragazzi, donne e uomini, anziani e bambini.
La fotografia qui è usata come strumento per comprendere il presente in un tempo che scorre, visto da vicino, e che rende familiare il vissuto di chi è rimasto.

Lo spettatore viene accompagnato in un viaggio fatto di persone, case, container, ruspe, montagne, coltivazioni, bestiame, momenti, giorni, notti, sguardi.
Il percorso, composto da 7 tappe collocate in diversi punti di Amatrice e Accumoli, spiega il progetto di documentazione attraverso un allestimento in spazi aperti con installazioni site-specific pensato per essere vicino agli abitanti.

Tra i temi nella mostra: gli attimi subito dopo il sisma, il lavoro di ricostruzione, i tempi della terra, i volti delle persone, i paesaggi feriti, le attese, la scuola e i ragazzi, le condizioni abitative, l’emergenza diffusa, le frazioni che costellano l’Appennino, le montagne. 

La mostra, curata da Giulia Ticozzi, è realizzata in collaborazione con Regione Lazio e Lazio Crea e con il patrocinio dei comuni di Amatrice e di Accumoli.
Di semi e di pietre. Viaggio nella rinascita di un territorio
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com