Mostra Design! Oggetti, processi, esperienze. Seconda sezione: Corpi e Processi - Parma

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 03/11/2020 Aggiornato il 02/02/2021
Dal al
Parma (PR)
ATTENZIONE
Le mostre nelle Regioni che si trovino in zona gialla possono essere aperte con modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ), che è bene verificare direttamente con gli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Emilia Romagna
Luogo: Palazzo Pigorini, strada della Repubblica 29/a
Telefono: 0521/218967
Orari di apertura: 15-19; sabato e domenica 10-19. Lunedì e martedì chiuso
Costo: Ingresso libero
Dove acquistare: 0 - ingresso libero
Sito web: www.csacparma.it
Organizzatore: CSAC - Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università di Parma
Note:
Palazzo Pigorini ospita la seconda sezione della mostra, intitolata "Corpi e processi", mentre la prima sezione si svolge all'Abbazia di Valserena.

Questa seconda sezione propone un approfondimento sul design dell’abito e dell’azione performativa e sul valore dell’archivio dello CSAC - Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università di Parma, quale fonte per la ricerca artistica contemporanea, ma anche per il settore delle industrie culturali e creative.

Tre nuovi abiti scultura dell’artista Sissi, realizzati in collaborazione con alcune aziende del territorio (Equipage Srl, Maglificio Nuova Ester, Parmamoda Srl) e ideati attraverso un processo di confronto con il patrimonio dello CSAC nell’ambito del progetto Storie di Fili (in particolare con i figurini di Cinzia Ruggeri, Krizia e Brunetta, presenti in mostra), sono messi a confronto con i costumi realizzati dalla Sartoria Farani, anch’essi conservati allo CSAC, dando origine a una riflessione sul corpo, sull'abito e sul processo creativo e sartoriale, che prosegue anche nel percorso presso l’Abbazia di Valserena, sede del Centro Studi e Archivio della Comunicazione.

Il titolo della sezione Corpi e processi rimanda al concetto che l’abito e il costume sono testimoni di una memoria culturale complessa e di un confronto tra cultura del progetto e fare artigianale.

Così dall’archivio emergono, insieme ai costumi della Sartoria Farani, differenti idee di abito e pratiche legate alla dimensione performativa, per le quali è determinante anche il rapporto con le arti visive: vestito inteso come illustrazione in Brunetta, abito prêt-à-porter in Krizia, l’abito interpretato da Cinzia Ruggeri come un momento emotivo ed esperienziale.

La mostra è a cura di Francesca Zanella e Valentina Rossi.
Design! Oggetti, processi, esperienze. Seconda sezione: Corpi e Processi
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com