Mostra DART 2121 2ND EDITION. NFT ART OF THE FUTURE - Milano

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 29/03/2022 Aggiornato il 29/03/2022
Dal al
Milano (MI)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte con le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Per modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) verificare sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.

Le informazioni sono verificate prima della data di pubblicazione. Successivamente, in relazione alla pandemia, possono subire modifiche legate a eventuali nuove restrizioni di legge.

Regione: Lombardia
Luogo: Museo della Permanente, via Filippo Turati 34
Telefono: 02/94382885
Orari di apertura: 10-19 da lunedì a venerdì; 11-19 sabato e domenica
Costo: 10 euro; ridotto 6 euro
Dove acquistare: www.dartmilano.com
Sito web: www.dartmilano.com
Organizzatore: DART | Dynamic Art Museum
Note:
DART | Dynamic Art Museum, progetto museale innovativo ideato da Piergiulio Lanza e realizzato insieme all’Arch. Riccardo Manfrin, presenta la seconda edizione della mostra, introducendo importanti novità.

La scena artistica dell’Arte NFT (Non Fungible Token)* continua a vivere un periodo di crescita esponenziale, attirando su di sé grande curiosità ed entusiasmo sia da parte del pubblico che dei collezionisti. Per questo motivo, in questa nuova edizione DART punta a proporre una maggiore interazione tra il pubblico e la mostra, volta alla formazione di un’esperienza coinvolgente con le opere e il contesto museale.

* Un non-fungible token (NFT), gettone non fungibile o gettone non riproducibile, è un tipo speciale di token che rappresenta l'atto di proprietà e il certificato di autenticità scritto su catena di blocchi di un bene unico, digitale o fisico.

La prima novità importante di questa edizione è l’introduzione del Metaverso, un mondo virtuale parallelo a quello reale attraverso il quale DART si propone di studiare e attivare l’interazione fra arte e intrattenimento virtuale. Diversi sono i metaversi coinvolti nella mostra.

The Sandbox, che è anche main sponsor della mostra, è un mondo interattivo costruito su terre virtuali dove gli utenti possono creare, giocare e monetizzare all’interno delle varie esperienze. In questo universo, basato sulla tecnologia blockchain, ogni oggetto digitale è un NFT e può essere creato e venduto mediante una valuta proprietaria, creando vere e proprie interazioni economiche tra i suoi utenti e rivelandosi dunque ideale anche per gli artisti digitali e gli sviluppatori di videogame ed esperienze interattive.

Nella mostra trova poi spazio il metaverso Decentraland, con lo speciale progetto Vegas City Arts Village, il distretto commerciale a più alta frequentazione contenente 85 gallerie autogestite con focus sull'arte digitale; Spatial, contenitore di spazi adibiti all'esposizione e fruizione di creazioni digitali in ambito culturale creativo, è caratterizzato dal fatto di avvalersi di uno scanner video evoluto in grado di riprodurre fedelmente la figura umana dell’utente; Arium, che consente ad artisti e curatori di creare esperienze espositive interattive e di
connettersi con le loro comunità in uno spazio sociale condiviso.

Saranno presenti anche i metaversi Musae e Martix, oltre a DART che presenterà il proprio DART Dynamic Metaverse, all’interno del quale saranno visibili le mostre in corso negli spazi fisici del museo e due mostre speciali in esclusiva.

La seconda novità è che verrà presentata per la prima volta in uno spazio museale un’ampia selezione di Collectibles, creazioni digitali realizzate principalmente tramite algoritmi di Intelligenza Artificiale che formano collezioni randomizzate basate sul principio dell’unicità dei singoli elementi, che rappresentano nell’ambito NFT un settore di grandissimo interesse per i collezionisti appassionati.

Nella terza sala troviamo l’incontro fra opera tradizionale e Arte NFT.
La piattaforma .artmirable offre infatti la possibilità di visionare l’NFT dell’immagine digitale dell’ormai famosissima opera di Banksy The Flower Thrower, della quale saranno esposti sia il reale trittico originale, sia la sua immagine digitale.

Nella terza sala sono inoltre ospitati i venti Artisti NFT della seconda edizione di DART 2121. Le opere selezionate sono le più significative di ogni artista, esposte in modo da enfatizzarne l’aspetto emozionale e il coinvolgimento col visitatore. Tra gli altri, saranno presenti Federico Clapis e Six N. Five con installazioni ambientali, Luna Ikuta con una ricerca sui fiori e il loro respiro presentata in realtà immersiva in anteprima globale, l’opera di stampo concettuale di Kevin Abosch e il nuovo grande progetto di Andrea Bonaceto che sarà presentato in esclusiva il 17 maggio.

La mostra è a cura dall’Ufficio Curatoriale di DART Dynamic Art Museum, con la curatela di Bruno Pitzalis per la sezione dedicata al Metaverso.
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com