Mostra Custos. Carte e tracce per custodire la memoria - Piacenza

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 16/04/2018 Aggiornato il 16/04/2018

La Cattedrale di Piacenza ospita una mostra che presenta le opere su carta di quattordici artisti contemporanei e il loro confronto su alcuni aspetti dell’esistenza umana. La rassegna, curata da Carlo Francou, è parte del percorso espositivo del progetto "I misteri della Cattedrale" che propone il nuovo allestimento del Museo del Duomo, la mostra di alcuni dei più preziosi codici miniati medievali e il nuovo itinerario di salita alla cupola del Guercino. Proprio i codici medievali, come il "Libro del Maestro" o il "Salterio di Angilberga", appartenenti al patrimonio archivistico piacentino, nelle loro qualità di “custodi” del sapere e di patrimoni “custoditi” fino ad oggi, hanno fornito lo spunto per organizzare l’itinerario nel quale si sviluppa l’esposizione che intende mettere l’accento sull’importanza del conservare e del tramandare. La mostra si svolge come una narrazione attraverso i lavori di artisti che si interrogano sull’importanza di alcuni aspetti dell’esistenza, alcuni più legati al campo materiale, altri riguardanti in particolare la sfera spirituale. A ogni artista corrisponde un determinato aspetto del custodire, sia esso relativo alla terra, alla natura, al cielo, alle cose, alla memoria, ai sentimenti, alla casa, alla città, alla comunità, all’uomo, all’altro, alla vita stessa che ci è data ma non ci appartiene.

Dal al
Piacenza (PC)
Regione: Emilia Romagna
Luogo: Cattedrale di Piacenza, piazza Duomo
Telefono: 0523/308329; Sito: www.cattedralepiacenza.it
Orari di apertura: 9-20; venerdì e sabato 9-23. Lunedì chiuso
Costo: 10 euro; ridotto 8 euro
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l'esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.