Mostra Coşkun Aşar Blackout – The dark side of Istanbul - Jesi

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 08/02/2021 Aggiornato il 08/02/2021
Dal al
Jesi (AN)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Da venerdì 6 agosto all’ingresso di musei, mostre, altri istituti e luoghi della cultura è necessario esibire il documento di identità e il Green pass o il certificato di guarigione dall’infezione da Sars-CoV-2 o il risultato negativo di un test molecolare o antigenico rapido. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Marche
Luogo: Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi, Palazzo Bisaccioni, piazza Angelo Colocci 4
Telefono: 0731/207523
Orari di apertura: 9,30-13; 15,30-19,30 da lunedì a venerdì. Sabato e domenica chiuso
Costo: Ingresso libero
Dove acquistare: 0 - ingresso libero
Sito web: www.fondazionecrj.it
Organizzatore: Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi
Note:
In seguito ad un accordo fra la Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi e il Comune di Senigallia, Senigallia Città della Fotografia per i prossimi cinque anni darà in deposito temporaneo alla Fondazione alcuni nuclei di opere fotografiche appartenenti alla Civica Raccolta.

Il 2021 si apre con una selezione di scatti della serie fotografica Blackout-The dark side of Istanbul del fotografo turco Coşkun Aşar, scatti che fanno parte dell’omonima pubblicazione, un romanzo visivo del lato oscuro della città turca.

Coşkun Aşar, esponente della nuova Street Photography internazionale e già allievo di Ara Güler, uno dei maestri della fotografia del Mediterraneo, dedica questi scatti ai sobborghi di Istanbul, un reportage fotografico che non racconta soltanto vite al limite, ma si concentra sul cambiamento sociale e fisico della città e sui processi di trasformazione e gentrificazione della stessa.

Questa serie racconta tante storie, compresa quella di Aşar che negli ultimi vent’anni ha seguito e osservato le persone e i tipi umani che popolano Beyoglu, un quartiere storico nel cuore di Istanbul che è anche il luogo in cui viveva.
Aşar lo chiama il lato oscuro di Istanbul, un’area della città che diventa viva di notte, pur essendo i suoi abitanti socialmente esclusi e isolati di giorno.
Coşkun Aşar Blackout – The dark side of Istanbul
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com