Mostra Correggio in luce - Correggio

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 04/10/2018 Aggiornato il 29/11/2018

Il Comune di Correggio e l’Associazione Amici del Correggio in collaborazione con il Museo Il Correggio presentano la "Sant'Agata" opera di Antonio Allegri, detto il Correggio (1489 - 1534) ospitata fino al 3 marzo 2019 nella storica sede di Palazzo dei Principi. 

Dal al
Correggio (RE)
Regione: Emilia Romagna
Luogo: Museo Il Correggio, Palazzo dei Principi, piazza Cavour 7
Telefono: 0522/691806
Orari di apertura: sabato 15,30-18,30; domenica e festivi 10-12,30; 15,30-18,30. Durante la settimana su richiesta telefonica
Costo: 0 - Ingresso libero
Note:
La “Sant’Agata” è una piccola tavola che raffigura la giovanissima e bella sposa del Correggio, Jeronima, che l'autore ha voluto ritrarre come Sant'Agata Martire, protettrice speciale della femminilità secondo la tradizione popolare. Il dipinto si colloca nella pienezza della carriera del pittore, intorno al 1525, dopo il matrimonio avvenuto nella città natale e dopo la nascita del primo figlio. L’occasione del ritorno a Correggio della Sant’Agata è un’occasione per scoprire la cittadina emiliana partendo proprio da Palazzo dei Principi, prima appartenuto ai Correggio e poi agli Estensi nel ‘600. Dal 2004 ospita il Museo Il Correggio che conserva nella Sala del Camino, impreziosita dal soffitto originale a cassettoni, tre opere del Correggio, quattro con la Sant'Agata: il Volto di Cristo, un’opera di piccole dimensioni che, nello stile, richiama i modelli raffaelleschi e quindi probabilmente successiva al viaggio a Roma dell’Allegri del 1518; dello stesso periodo La Pietà, attribuita al pittore da David Allan Brown e il disegno bifacciale realizzato sicuramente come disegno preparatorio per gli affreschi della cupola del Duomo di Parma. Di assoluta rilevanza il Redentore, capolavoro di Andrea Mantegna datato 1493 e testimonianza dei fasti dei Da Correggio, anche il Salone degli Affreschi dove campeggiano gli arazzi fiamminghi, tessuti a Bruxelles nella bottega di Cornelius Mattens alla fine del XVI secolo.
Correggio in luce
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l'esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.