Mostra ConiglioViola. Le notti di Tino di Bagdad - Milano

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 02/03/2017 Aggiornato il 02/03/2017

Il nuovo progetto transmediale di ConiglioViola, il duo composto da Brice Coniglio e Andrea Raviola, presenta una "favola" in realtà aumentata per trasformare la città in un cinema diffuso e coinvolgere il pubblico in una caccia al tesoro che mira a ricostruire il senso di una narrazione. Il progetto consiste in un esperimento post-cinematografico di arte pubblica che combina l'utilizzo di nuove tecnologie con il recupero di tecniche tradizionali, dalle incisioni su rame al Teatro delle Ombre. Il punto di partenza è un’opera letteraria, "Le notti di Tino Bagdad" (1907) di Else Lasker-Schuler, in cui la protagonista è Tino, principessa e poetessa d’Arabia, costretta a rinunciare alla vita per rendere immortale la poesia. Giocando sulla struttura non lineare del testo, ConiglioViola ne ha lacerato la trama per dare vita a ventisei episodi autonomi, ognuno dei quali ha ispirato una diversa tavola incisa sul rame e un diverso episodio cinematografico da fruire i realtà aumentata. Le opere vengono presentate all'interno di piccoli lightbox in cemento a forma di finestra araba. Basta inquadrare le opere attraverso il proprio smartphone, utilizzando l’app gratuita, per osservare le immagini prendere vita sul proprio display e ammirare i video realizzati combinando animazione digitale, animazione a mano e le performance di danzatori. L’esperimento non si conclude nel museo ma coinvolge altre dieci sedi in Milano, ognuna delle quali ospita una diversa tappa del racconto. Lo spettatore è costretto a spostarsi tra gli spazi del museo e gli altri punti della città, indicati attraverso una mappa sul sito www.tinobagdad.com, per ricostruire gli episodi del racconto.

Dal all'
Milano (MI)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Da venerdì 6 agosto all’ingresso di musei, mostre, altri istituti e luoghi della cultura è necessario esibire il documento di identità e il Green pass o il certificato di guarigione dall’infezione da Sars-CoV-2 o il risultato negativo di un test molecolare o antigenico rapido. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Lombardia
Luogo: Studio Museo Francesco Messina, via San Sisto 4/A e in altre sedi in tutta la città
Telefono: Sito: www.tinobagdad.com; www.coniglioviola.com
Orari di apertura: 10-18; mercoledì 10-20. Lunedì chiuso
Costo: Ingresso libero
ConiglioViola. Le notti di Tino di Bagdad
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com