Mostra Collezione Roberto Casamonti. Dagli anni ’60 agli inizi del XXI secolo - Firenze

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 18/01/2021 Aggiornato il 18/01/2021
Dal al
Firenze (FI)
ATTENZIONE
Le mostre nelle Regioni che si trovino in zona gialla possono essere aperte con modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ), che è bene verificare direttamente con gli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Toscana
Luogo: Palazzo Bartolini Salimbeni, via Tornabuoni (piazza Santa Trinita 1)
Telefono: 055/602030
Orari di apertura: 11,30-19. Sabato e domenica chiuso - prenotazioni@collezionerobertocasamonti.com
Costo: 10 euro; ridotto 8 euro
Dove acquistare: www.collezionerobertocasamonti.com; prenotazioni@collezionerobertocasamonti.com
Sito web: https://collezionerobertocasamonti.com
Organizzatore: Collezione Roberto Casamonti
Note:
La Collezione Roberto Casamonti, dopo il periodo di chiusura dovuta all’emergenza Covid, riapre le sue porte al pubblico.
In esposizione opere che escono dalla personale collezione di Roberto Casamonti, gallerista di fama internazionale e grande esperto d’arte, selezionate da Bruno Corà.

Al momento, troviamo una selezione di 80 opere che racconta il secondo Novecento italiano, e non solo.
Un percorso espositivo che copre dagli anni ’60 al XXI secolo, vale a dire la seconda parte dell’intera collezione.
Dipinti e sculture che riflettono l’anima del collezionista e il suo personalissimo “sentire”. Che non è un “sentire” qualunque, trattandosi di uno dei protagonisti del mercato mondiale dell’arte. Una scelta di autentici capolavori che si riconduce a storie di amicizie, frequentazioni, aspetti mai estranei alla storia dell’arte e degli artisti.

In mostra vi sono, tra le altre, opere di Boetti, Pistoletto, Merz, Kounellis, Paolini, Calzolari, Penone e Pascali.
Tra le presenze internazionali più contemporanee ricordiamo Anselm Kiefer, Anish Kapoor, Tony Cragg, Keith Haring, Basquiat ma anche Marina Abramovich e Bill Viola.

AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com