Mostra Collezione permanente del gioiello contemporaneo della Fondazione Raffaele Cominelli - Monza

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 26/05/2022 Aggiornato il 26/05/2022
Dal al
Monza (MB)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte con le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Per modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) verificare sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.

Le informazioni sono verificate prima della data di pubblicazione. Successivamente, in relazione alla pandemia, possono subire modifiche legate a eventuali nuove restrizioni di legge.

Regione: Lombardia
Luogo: LeoGalleries, via De Gradi 10
Telefono: 039/5960835
Orari di apertura: 10-13; 15-19. Domenica e lunedì chiuso
Costo: Ingresso libero
Dove acquistare: 0 - ingresso libero
Sito web: www.fondazionecominelli.com; www.agc-it.org/it/galleria-designer/collezione/opere.html
Organizzatore: Addicted
Note:
Lo spazio di Monza LeoGalleries ospita la mostra di gioielleria contemporanea di ricerca provenienti dalla Fondazione Raffaele Cominelli.
In esposizione 85 raffinati gioielli della Fondazione Cominelli, la selezione include opere di artisti quali: Montebello, Schick, Lisca, Vigna, Adam, Nagano.
Tra i pezzi della collezione spicca un bracciale di Marjorie Schick, donato alla Fondazione da Helen W. Drutt English.

Helen W. Drutt English è una delle più importanti collezioniste di gioiello contemporaneo, e ha donato al Museum of Fine Arts di Houston 800 pezzi della sua collezione. E’ membro del Consiglio di amministrazione del Museo del Gioiello Lalaounis di Atene (Grecia).

Grazie alla sensibilità e attenzione dimostrate dalla Fondazione verso nuove forme espressive, e alla partnership con AGC Associazione Gioiello Contemporaneo, che da sempre cura l’aspetto scientifico e organizzativo, a partire dalla prima edizione del Premio Fondazione Cominelli nel 2010 a Cisano di San Felice del Benaco, la raccolta ad oggi comprende 84 gioielli provenienti da 25 paesi, sia europei che extra europei.
Nuove acquisizioni arricchiranno sempre più la collezione, nell'ottica di un "project in progress" aperto a tutti i nuovi sguardi sulla gioielleria contemporanea.

La Collezione ha avuto origine nel 2011 inizialmente a cura della Storica del Gioiello Bianca Cappello; dal 2012 la selezione delle opere è stata affidata a Rita Marcangelo, direttrice della Galleria Alternatives di Roma.

L’ampiezza degli ambiti di ricerca, delle forme stilistiche e delle soluzioni tecniche adottate, dimostra la vivacità e l’eclettismo di un’arte che arricchisce di significati culturali il mondo del gioiello, offrendo opere realizzate con materiali sia pregiati che alternativi, la cui preziosità compositiva e cromatica è data dalla mano dell’autore.

Il percorso espositivo è articolato in quattro macro aree tematiche: gioiello concettuale, gioiello di design, gioiello di ricerca storica e di ricerca estetica, a loro volta ripartite in specifiche sfere d'interesse.
La suddivisione è concepita per guidare il visitatore attraverso una panoramica ragionata e comprensiva dell’esposizione, fornendo così strumenti utili ad una corretta analisi e lettura delle opere.

La mostra è un'occasione per poter ammirare, osservare e studiare questa particolare forma d’arte, apprezzarne l’ampiezza della ricerca, la sua capacità di arricchire il linguaggio del gioiello contemporaneo di nuovi significati culturali.

Sempre in un’ottica di contaminazioni artistiche, il progetto si arricchisce della collaborazione con l’Accademia LABA di Brescia, attraverso la realizzazione di video ritratti di alcuni degli autori presenti nella Collezione, a cura degli studenti del Corso di Graphic Design sotto la guida del Professor Dario Bellini.

La mostra è curata da Rita Marcangelo e Rosanna Padrini Dolcini.




Collezione permanente del gioiello contemporaneo della Fondazione Raffaele Cominelli
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com