Mostra CODEFEST. Festival del Codice Sorgente - Torino

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 27/09/2021 Aggiornato il 27/09/2021
Dal al
Torino (TO)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Da venerdì 6 agosto all’ingresso di musei, mostre, altri istituti e luoghi della cultura è necessario esibire il documento di identità e il Green pass o il certificato di guarigione dall’infezione da Sars-CoV-2 o il risultato negativo di un test molecolare o antigenico rapido. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Piemonte
Luogo: Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione, Palazzo Nuovo, via Sant'Ottavio 20
Telefono: 011/6703608; 011/6703689
Orari di apertura: 17-21
Costo: Ingresso libero
Dove acquistare: 0 - ingresso libero
Sito web: https://codefe.st
Organizzatore: Dipartimenti di Filosofia e Scienze dell’Educazione, Informatica e Fisica dell'Università di Torino e Associazione Codexpo.org
Note:
Si svolge a Torino CODEFEST, il primo festival al mondo dedicato al codice sorgente. Siamo tutti abituati a usare in maniera quasi automatica i computer e i programmi che li fanno funzionare; raramente pensiamo che dietro ogni programma c'è un codice sorgente, e che questo testo è stato scritto da qualcuno, in qualche momento, in un certo linguaggio.

Il Codefest 2021 è dedicato al codice sorgente in tutte le sue forme. Si terranno una mostra in cui vengono esposti e spiegati codici storici e ricostruiti i loro contesti di creazione ed uso, uno spettacolo teatrale, conferenze e laboratori, esperienze musicali di diverso genere e ispirazione.

Il Festival si rivolge a un pubblico di professionisti, ‘amatori’ e interessati, di studenti delle superiori e dell’università, ma con l’ambizione di poter fare divulgazione sul codice sorgente, accurata e accattivante, per chiunque.
Al centro dell’evento c’è, infatti, l’idea che la programmazione e i suoi linguaggi rappresentino un fenomeno culturale, oltre che tecnologico, di importanza primaria.
Il festival tratta della cultura del codice sorgente, della sua storia, del suo futuro. Non solo computer, ma Linguaggi artificiali, Poesia digitale, Scrittura del codice, Codice e società, Patrimonio, Estetica del codice.

CodeFest nasce con l'obiettivo di raccontare il codice sorgente come fatto linguistico, letterario, storico, artistico, umanistico e non solo tecnico, in una prospettiva che vede i codici sorgenti equiparabili ai testi scritti da autori in determinate lingue storiche e in determinati contesti.
Per superare la difficoltà di raccontare quest'universo a un pubblico di giovani e di studenti, CodeFest21 propone una mostra online dedicata esplicitamente a loro in termini di metafora, di interfaccia e di contenuti, una Mostra che non richiede nessun prerequisito ma può essere navigata da tutti.

La Mostra non si limita a esporre oggetti (i codici sorgenti) ma vuole mettere l'accento sulle azioni della scrittura e lettura dei codici e richiama l'attenzione sulle persone che inventano linguaggi, che scrivono codice, sugli strumenti che preferiscono usare, sugli stili che adottano.

La Mostra è strutturata in dieci stanze, una per ogni tema generale: i Concetti, gli Attori, i Contesti, i Linguaggi, le Interfacce, il Genere, gli Stili, l'Arte, le Regole. Ogni stanza contiene dei pannelli, un centinaio, che spiegano e aprono a ulteriori approfondimenti.
Una stanza particolare permette di interagire con CodeShow, un visualizzatore di codice sorgente che permette di navigarne la struttura e la storia, andando avanti e indietro nel tempo.

Questa versione della mostra, costruita online per essere fruibile da tutti, è stata progettata e allestita da Codexpo.org in collaborazione con gli allievi dell’IIS Avogadro di Torino e ha come obiettivo il coinvolgimento di studenti sia in veste di ricercatori/allestitori, sia in quella di visitatori. Al termine del Festival, la mostra non verrà chiusa ma cercherà nuove classi di studenti che se ne prendano cura, aggiungendo materiali e contenuti, o addirittura proponendo nuove stanze.

Il Festival si terrà in modalità mista: online e in presenza, negli spazi di UniTo. Sito: https://codefe.st
Come partecipare: Tutto quello che avviene durante il Festival è accessibili online agli utenti registrati tramite il sito web.
Le giornate prevedono tre tipologie di eventi: incontri, workshop ed eventi serali, suddivisi secondo i vari temi che i Festival affronterà: Linguaggi artificiali, Poesia digitale, Scrittura del codice, Codice e società, Patrimonio, Estetica del codice.
Al Festival possono partecipare:
- per gli incontri e i workshop: gli utenti registrati
- per gli eventi: accesso libero
- per la parte in presenza: gli studenti e i docenti dell'Ateneo Torinese, secondo le norme di protezione attive.
Gli eventi saranno trasmessi in streaming sul canale ufficiale del Festival, dove sarà anche possibile visualizzarne la registrazione.

Didascalia:
Ada Lovelace, matematica londinese e prima programmatrice della storia, durante il Festival verrà fatto uno spettacolo nell’ambito di Code and Gender dedicato a lei.  Il titolo dello spettacolo è Hello, Ada!
CODEFEST. Festival del Codice Sorgente
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com