Mostra Che Guevara - Milano

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 10/12/2017 Aggiornato il 10/12/2017

A cinquant'anni dalla morte di Ernesto Guevara, una mostra ne racconta la storia e la vita attraverso documenti e materiali d'archivio del Centro Studi Che Guevara a L'Avana, anche inediti, e attraverso le più moderne tecnologie. Oltre 2000 documenti tra lettere, diari, foto ufficiali e private, la biblioteca personale, gli scritti autografi dei discorsi e delle opere letterarie, i video d'epoca, per due anni sono stati vagliati e tradotti e più della metà sono riutilizzati in mostra per raccontare la storia di un uomo del '900, borghese, medico, marito e padre, che di fronte agli eventi, alla situazione geopolitica, alla visione delle ingiustizie sociali non è rimasto indifferente e ha scelto di agire in prima persona. La mostra, con la direzione artistica di Daniele Zambelli, la curatela di Daniele Zambelli, Flavio Andreini, Camilo Guevara e Maria del Carmen Ariet Garcia e una "colonna sonora" composta da Andrea Guevara, si sviluppa filologicamente su tre livelli, affidati a diversificate soluzioni multimediali coinvolgenti e di particolare efficacia comunicativa. Il primo livello racconta, con un’impostazione narrativa di stampo giornalistico, il contesto geo-politico. Il secondo è biografico e consente di ripercorrere con materiali d’archivio inediti e con tono documentaristico gli avvenimenti privati e pubblici di Che Guevara, i suoi famosi discorsi ufficiali, le riflessioni su educazione, politica estera ed economia, il senso della rivoluzione e la speranza nell'"Uomo Nuovo". Il terzo livello è a-temporale e viene raccontato con tono intimistico, presenta gli scritti più personali, i diari e le lettere a familiari e amici, le registrazioni di poesie dedicate alla moglie Aleida, in cui prendono corpo dubbi, contraddizioni, riflessioni. Da questo livello narrativo emerge l'uomo, l'intensità delle domande che il Che poneva a se stesso, la scelta difficile fra l'impegno nella lotta contro l'ingiustizia sociale e la dolorosa rinuncia agli affetti e a una vita più sicura. Alcuni tavoli interattivi consentono di approfondire e consultare numerosi documenti e una sala proiezioni permette la visione della filmografia sul Che, facendo da teatro agli eventi-incontri, conferenze, concerti che accompagnano e animano la mostra per l’intera durata.

Dal all'
Milano (MI)
ATTENZIONE
Prima di presentarsi alle mostre informarsi sulle modalità di ingresso in relazione all’emergenza Covid-19 e visitare il sito ufficiale dell’evento per avere conferma delle date e degli orari.
Regione: Lombardia
Luogo: Fabbrica del Vapore, via G. C. Procaccini 4
Telefono: 02/88440785
Orari di apertura: 10-19,30; venerdì e sabato 10-21,30. Lunedì chiuso
Costo: 15 euro; ridotto 13 euro
Che Guevara
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com