Mostra C’era una volta Sergio Leone - Roma

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 26/12/2019 Aggiornato il 28/05/2020
Dal al
Roma (RM)
ATTENZIONE
Prima di presentarsi alle mostre informarsi sulle modalità di ingresso in relazione all’emergenza Covid-19 e visitare il sito ufficiale dell’evento per avere conferma delle date e degli orari.
Regione: Lazio
Luogo: Museo dell’Ara Pacis, Lungotevere in Augusta, (angolo via Tomacelli)
Telefono: 06/0608
Orari di apertura: 9,30-19,30 tutti i giorni
Costo: 11 euro; ridotto 9 euro. E’ obbligatorio il preacquisto dei biglietti di ingresso alle mostre tramite il sito www.museiincomuneroma.it per l’assegnazione della fascia oraria di visita
Dove acquistare: www.museiincomuneroma.it
Sito web: www.arapacis.it; www.museiincomune.it
Organizzatore: Fondazione Cineteca di Bologna, Cinémathèque Française di Parigi
Note:
Con questa mostra Roma celebra, a 30 anni dalla morte e a 90 dalla sua nascita, uno dei miti del cinema italiano, il regista Sergio Leone.

Il percorso espositivo racconta di un universo sconfinato di Leone che affonda le radici nella sua stessa tradizione familiare: il padre, regista nell’epoca d’oro del muto italiano, sceglierà lo pseudonimo di Roberto Roberti, e a lui Sergio strizzerà l’occhio firmando a sua volta Per un pugno di dollari con lo pseudonimo anglofono di Bob Robertson.

Nel suo intenso percorso artistico il regista attraversa il peplum, (filone cinematografico storico-mitologico), riscrive letteralmente il western e trova il suo culmine nel progetto di una vita: C’era una volta in America.

Le radici del cinema di Sergio Leone affondano anche nell’amore per i classici del passato e rivelano un gusto per l’architettura e l’arte figurativa che ritroviamo nella costruzione delle scenografie e delle inquadrature.

Per Leone la fiaba è il cinema. Il desiderio di raccontare i miti (il West, la Rivoluzione, l’America) utilizzando la memoria del cinema e la libertà della fiaba, entra però sempre in conflitto con la sua cultura di italiano che ha conosciuto la guerra e attraversato la stagione neorealista.

Grazie ai preziosi materiali d’archivio della famiglia Leone e di Unidis Jolly Film i visitatori entreranno nello studio di Sergio Leone, dove nascevano le idee per il suo cinema, con i suoi cimeli personali e la sua libreria, per poi immergersi nei suoi film attraverso modellini, scenografie, bozzetti, costumi, oggetti di scena e una costellazione di magnifiche fotografie, quelle di un maestro del set come Angelo Novi, che ha seguito tutto il lavoro di Sergio Leone a partire da C’era una volta il West.

Il percorso espositivo, curato dal direttore della Cineteca di Bologna, Gian Luca Farinelli, in collaborazione con Rosaria Gioia e Antonio Bigini, è suddiviso in diverse sezioni: Cittadino del cinema, Le fonti dell’immaginario, Laboratorio Leone, C’era una volta in America, Leningrado e oltre, dedicata all’ultimo progetto incompiuto, L’eredità Leone.
C’era una volta Sergio Leone
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com