Mostra Carlo Carrà - Milano

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 26/09/2018 Aggiornato il 05/12/2018

Con 130 opere riunite è questa la più ampia e importante rassegna antologica mai realizzata su Carlo Carrà (1881-1966), uno dei più grandi maestri del Novecento, protagonista fondamentale dell’arte italiana e della pittura moderna europea, che ha lasciato il segno con uno stile rimasto vitale in tutta la sua produzione artistica. 

Dal al
Milano (MI)
Regione: Lombardia
Luogo: Palazzo Reale, piazza Duomo 12
Telefono: 199/151121
Orari di apertura: 9,30-19,30; lunedì 14,30-19,30; giovedì e sabato 9,30-22,30
Costo: 14 euro; ridotto 12 euro
Note:
L’esposizione apre al pubblico a trent’anni dall’ultima rassegna dedicatagli dal Comune di Milano (1987) e cinquantasei anni da quella che, Carrà ancora in vita, si svolse nel 1962, sotto la presidenza di Roberto Longhi, entrambe realizzate proprio a Palazzo Reale. Quella del 1962 era un omaggio al maestro che nel ‘54 aveva ricevuto la medaglia d’oro di cittadino benemerito e che giovanissimo aveva scelto Milano come sua città d’elezione; un doveroso riconoscimento che faceva seguito al tributo dedicato al pittore nelle sale della Pinacoteca di Brera nel 1942, in uno dei momenti più tragici della seconda guerra mondiale. Obiettivo di questa esposizione è ricostruire l’intero percorso artistico del maestro attraverso le sue opere più significative dalle iniziali prove divisioniste, ai grandi capolavori che ne fanno uno dei maggiori esponenti e battistrada del futurismo e della metafisica, ai dipinti ascrivibili ai cosiddetti ‘valori plastici’, ai paesaggi e alle nature morte che attestano il suo ritorno alla realtà a partire dagli anni venti, con una scelta tematica che lo vedrà attivo sino alla fine dei suoi anni, non senza trascurare le grandi composizioni di figura, soprattutto degli anni trenta, il decennio a cui risalgono anche gli affreschi per il Palazzo di Giustizia di Milano, documentati in mostra dai grandi cartoni preparatori.

Insieme alle 130 opere in mostra, concesse in prestito dalle più importanti collezioni italiane e internazionali, pubbliche e private, sono esposti documenti, fotografie, lettere e filmati che documentano l’intensa vita di Carlo Carrà. Il percorso si articola in 7 sezioni, ciascuna espressione di uno specifico periodo della vita e dello stile del maestro: Tra Divisionismo e Futurismo; Primitivismo; Metafisica; Ritorno alla natura; Centralità della figura; Gli ultimi anni; Ritratti. La mostra, promossa e prodotta dal Comune di Milano-Cultura, Palazzo Reale e Civita Mostre, è curata da Maria Cristina Bandera, esperta di Carrà e direttrice scientifica della Fondazione Roberto Longhi di Firenze, con la collaborazione di Luca Carrà, nipote del maestro, fotografo e responsabile dell’archivio di Carlo Carrà.
Carlo Carrà
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l'esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.