Mostra Cachemire, il segno in movimento - Cernobbio

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 17/06/2016 Aggiornato il 17/06/2016

Il disegno cachemire, una goccia dalla punta ricurva declinata in innumerevoli varianti, un classico contemporaneo presente negli archivi storici di moltissime manifatture tessili comasche, è un banco di prova per le capacità di tutti gli operatori della filiera tessile, dal disegnatore alla maestranze, che hanno consentito all’industria locale di affermarsi nel mondo. Attraverso i circa 150 pezzi esposti - tra tessuti, scialli, abiti, accessori e cravatteria - la mostra presenta un percorso alla scoperta dell’evoluzione e interpretazione del motivo in epoche e Paesi diversi. La selezione di abiti spazia dalla metà dell’Ottocento al contemporaneo. Tra i pezzi storici, di particolare interesse un mantello da sera ricamato di Drecoll del 1907, un caraco di velluto medio-orientale della fine del XIX secolo e una vestaglia kimono conservata nel guardaroba di Gabriele D’Annunzio al Vittoriale. La mostra, organizzata dalla Fondazione Antonio Ratti (FAR) in collaborazione con il Comune di Cernobbio e curata da Margherita Rosina e Francina Chiara, si tiene in due sedi: Villa Sucota a Como, sede della Fondazione Antonio Ratti, e di Villa Bernasconi a Cernobbio, uno dei più preziosi esempi di architettura Liberty in Italia, costruita nel 1905 su progetto dell’architetto Alfredo Campanini per conto dell’imprenditore Davide Bernasconi, tra gli iniziatori autorevoli della tradizione industriale serica di Como. Oggi è di proprietà del Comune di Cernobbio.

Dal al
Cernobbio (CO)
ATTENZIONE
Le mostre nelle Regioni che si trovino in zona gialla possono essere aperte con modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ), che è bene verificare direttamente con gli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Lombardia
Luogo: Villa Bernasconi, via Regina 7, a Cernobbio; Villa Sucota, via per Cernobbio 19, a Como;
Telefono: 031/3384976
Orari di apertura: 14-18; sabato e domenica 10-19
Costo: 8 euro; ridotto 5 euro, biglietto unico per le due sedi
Cachemire, il segno in movimento
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com