Mostra BRYAN ADAMS. Exposed - Milano

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 08/04/2022 Aggiornato il 08/04/2022
Dal al
Milano (MI)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte con le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Per modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) verificare sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.

Le informazioni sono verificate prima della data di pubblicazione. Successivamente, in relazione alla pandemia, possono subire modifiche legate a eventuali nuove restrizioni di legge.

Regione: Lombardia
Luogo: Leica Galerie Milano, via Giuseppe Mengoni 4, angolo piazza Duomo
Telefono: 02/89095156
Orari di apertura: 10-14; 15-19. Domenica e lunedì chiuso
Costo: Ingresso libero
Dove acquistare: 0 - ingresso libero
Sito web: www.leicastore-milano.com
Organizzatore: Leica Galerie Milano
Note:
La mostra celebra il talento di Bryan Adams (Kingston, Canada, 1959), rocker tra i più acclamati a livello globale, che negli ultimi vent'anni si è costruito una solida fama come fotografo che lo ha portato a firmare l'edizione 2022 del Calendario Pirelli e a ritrarre personalità quali la Regina Elisabetta II d'Inghilterra.

La mostra presenta ventotto opere di grande formato che approfondiscono proprio la sua carriera da ritrattista.
Per l'appuntamento milanese, gli scatti di Bryan Adams si concentrano su protagonisti del mondo dello spettacolo, della musica, della moda e dell'arte, da Amy Winehouse a Ben Kingsley, da Kate Moss a Mick Jagger, da Pink a Lindsay Lohan, da Morrissey a Michael Jackson a molti altri ancora.

Ai tradizionali ritratti in studio si contrappongono quelli meno convenzionali che testimoniano il rapporto di grande complicità che Adams è riuscito a instaurare con i suoi modelli - sono spesso amici di lunga data - e a scavare nella natura più intima delle celebrità.

In ogni immagine si percepisce la forte presenza del fotografo; l'obiettivo della macchina fotografica di Bryan Adams non crea una barriera tra sé e la persona ritratta; la sua grande capacità è proprio quella di superare la distanza e abbracciare idealmente il soggetto.

La mostra è curata da Anke Dagenhard e Denis Curti.
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com