Mostra BOOMing Contemporary Art Show - Bologna

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 18/01/2023 Aggiornato il 18/01/2023
Dal al
Bologna (BO)
Regione: Emilia Romagna
Luogo: DumBO, Binario Centrale, via Camillo Casarini 19
Telefono: 051/0493742
Orari di apertura: 20-24 il 2 febbraio; 16-24 il 3 febbraio; 15-24 il 4 febbraio; 11-20 il 5 febbraio
Costo: 5,75 euro
Dove acquistare: www.boomcontemporaryart.com
Sito web: www.boomcontemporaryart.com; www.doccreativity.it
Organizzatore: Doc Creativity
Note:
BOOMing Contemporary Art Show, la fiera bolognese dell’arte “emergente e in stato di emergenza”, si prepara a tornare, con tante novità, nei giorni dell’undicesima edizione di ART CITY Bologna e di Arte Fiera.
Il capitolo numero 3 si apre a nuove parole ed esperienze, prende la rincorsa e spicca il volo oltre il recinto del già detto e del già visto.

La fiera è diretta come sempre dalla critica d’arte e curatrice Simona Gavioli, e prodotta da DOC Creativity, il network di professionisti delle attività culturali e creative parte della rete Doc, la più grande piattaforma cooperativa italiana del settore.
Gli spazi di DumBO, il distretto culturale che sorge negli spazi dell’ex scalo ferroviario Ravone, si popoleranno di opere, installazioni, progetti che raccontano la contemporaneità più urgente, i linguaggi di oggi e di domani.

BOOMing si svilupperà su quattro rinnovate sezioni tematiche, come sempre dedicate all’arte contemporanea emergente, (ri)generatrice e urgente. Il simbolo di questa edizione è la Zeta: ultima lettera dell’alfabeto, gioca con il plurale inglese in -z e lo slang della generazione Z. Può essere il capolettera di un nuovo racconto.

I TEMI del 2023
La Main Section si chiama SPROUT(Z): riguarda i germogli e le nuove partenze. L’ispirazione trova radice nella metafora della fioritura della cipolla, simbolo di BOOMing, una pianta a crescita lenta ma costante, robusta, dai semi preziosi.
Ci si misura con nuove modalità e pratiche, crescendo insieme agli artisti e alle gallerie che prenderanno parte al progetto.

La sezione GENERATION(Z) riguarda invece i giovani, nati dal ’90 in poi, segnalati dalle gallerie, ma anche i collettivi, i movimenti che si stanno affacciando ora e non hanno ancora uno spazio definito nel sistema.
Stiamo assistendo a un cambio generazionale nel mondo dell’arte. Diamo voce a una generazione che ha conosciuto, in una fase critica della sua crescita la recessione, la crisi e la precarietà. Giovani che possono tradurre la loro esperienza in nuovi linguaggi e offrire chiavi di lettura del presente ancora inedite.

Con la sezione FEMINISM(Z) la fiera prende posizione, per il terzo anno di fila, contro la sottorappresentazione delle donne nel sistema e nel mercato dell’arte.
Partecipano alla sezione figure femminili di spicco nel panorama artistico, oltre che artisti che contribuiscono, con le loro opere, a decostruire le fondamenta socioculturali del maschile e del femminile.
7 DAY(Z) FOR FUTURE si ispira invece al movimento internazionale dei “Fridays For Future”. BOOMing nasce nel 2019 come prima fiera green e “plastic free” del settore e vuole nuovamente riattivare un impegno quotidiano per arginare la più grande emergenza che stiamo vivendo.

I PREMI SPECIALI
Il Premio Doc Creativity viene assegnato all’artista che maggiormente offre stimoli e punti di vista inediti sulla complessità del presente. Viene assegnato fin dalla prima edizione su segnalazione del comitato scientifico della fiera, di Daniela Furlani, presidente di Doc Creativity e della direzione di BOOMing.

Il 2023 torna invece il Premio Sustainability Art Giorgio Morandi, inaugurato l’anno scorso: promosso da Confedilizia APE Bologna e sostenuto da Grand Hotel Majestic “già Baglioni”, è rivolto agli Under 40 impegnati sul tema dell’emergenza ambientale.
Il punto di partenza è la poetica del pittore Giorgio Morandi, spirito precocemente “eco-moderno” e artista Novecentesco più rappresentativo di Bologna.



AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com