Mostra Bernardo Bellotto 1740. Viaggio in Toscana - Lucca

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 02/12/2019 Aggiornato il 02/12/2019
Dal al
Lucca (LU)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte con le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Per modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) verificare sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.

Le informazioni sono verificate prima della data di pubblicazione. Successivamente, in relazione alla pandemia, possono subire modifiche legate a eventuali nuove restrizioni di legge.

Regione: Toscana
Luogo: Fondazione Centro Studi Ragghianti, Complesso monumentale di San Micheletto, via San Micheletto 3
Telefono: 0583/467205
Orari di apertura: 10-19. Lunedì chiuso
Costo: 8 euro; ridotto 5 euro
Dove acquistare: https://www.fondazioneragghianti.it/
Sito web: https://www.fondazioneragghianti.it/
Organizzatore: Fondazione Ragghianti
Note:
La mostra, dedicata al pittore veneziano Bernardo Bellotto (1722-1780) nipote di Canaletto, permette di ammirare alcune opere preziosissime e rare mai viste insieme, tra cui il più importante dipinto della storia che ha come soggetto la città di Lucca, capolavoro di Bellotto, e cinque suoi disegni, sempre di soggetto lucchese, prestati dalla British Library di Londra, già di proprietà del re Giorgio III d’Inghilterra e poi di Giorgio IV.

La mostra focalizza l'attenzione sul nucleo di vedute di Lucca (una documentazione straordinaria della città nel Settecento) e di Firenze. Un disegno prestato dal Victoria & Albert Museum di Londra documenta inoltre la visita di Bellotto a Livorno.

Per avere uno sguardo contemporaneo sul celebre quadro di Bellotto su piazza San Martino sono stati chiamati due giovani fotografi partecipanti al Photolux Festival di Lucca (16 novembre – 8 dicembre): Jakob Ganslmeier e Jacopo Valentini, ospitati in residenza alla Fondazione Ragghianti.

L'esposizione è a cura di Bożena Anna Kowalczyk, mentre allestimento è di Daniela Ferretti.
Bernardo Bellotto 1740. Viaggio in Toscana
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com