Mostra BELLISSIMA! 20 fotografi travolti da un insolito splendore - Brescia

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 23/02/2021 Aggiornato il 23/02/2021
Dal al
Brescia (BS)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Da venerdì 6 agosto all’ingresso di musei, mostre, altri istituti e luoghi della cultura è necessario esibire il documento di identità e il Green pass o il certificato di guarigione dall’infezione da Sars-CoV-2 o il risultato negativo di un test molecolare o antigenico rapido. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Lombardia
Luogo: MO.CA. Sala Scacchi, via Moretto 78
Telefono: 345/5447029
Orari di apertura: 15-19 da lunedì a venerdì. Sabato e domenica chiuso
Costo: Ingresso libero
Dove acquistare: 0 - ingresso libero
Sito web: www.macof.it
Organizzatore: Ma.Co.f - Centro della Fotografia Italiana, in collaborazione con la Fondazione Brescia Musei
Note:
La mostra fotografica intende essere un ulteriore omaggio alla riapertura al pubblico dell’aula orientale del Capitolium del Parco Archeologico di Brescia con la nuova collocazione della Vittoria Alata su progetto del maestro Juan Navarro Baldeweg.

La mostra anticipa la IV edizione del Brescia Photo Festival 2021, Patrimoni, la cui apertura al pubblico è prevista il prossimo 26 marzo e la conclusione il 18 luglio 2021 (bresciaphotofestival.it;
bresciamusei.com).


I grandi fotografi italiani coinvolti dal progetto sono venti.
Si comincia con una testimonianza di Gabriele Basilico che riguarda il recente passato della Vittoria Alata con una coinvolgente fotografia della statua quando era ancora al Museo di Santa Giulia.

Poi, via alla creatività più pura: Giovanni Gastel gioca sui contrasti tra il bianco e il nero, Carlo Orsi riflette la dea in uno specchio triangolare, Franco Fontana si sofferma sulle ombre create dalle ali, Maurizio Galimberti la scompone con le sue Polaroid, Giovanni Chiaramonte con un trittico di scatti ci racconta la scenografia dell'installazione, Claudio Amadei la dipinge con la luce dei tre colori fondamentali, Paolo Ventura ci restituisce un’atmosfera surreale e metafisica, Carlo Mari la rappresenta immobile in mezzo a una danza di luci in movimento, Silvia Camporesi insiste su una tonalità del bronzo, Bruno Cattani indugia sulla sfocatura delle ali, Joe Oppedisano la frammenta in un puzzle progressivo, Ramona Zordini si cimenta in un cinetismo cromatico, Renato Corsini rivisita la statua in chiave cubista.

La mostra è curata da Mario Trevisan.
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com