Mostra Autografi femminili dalle collezioni dell’Ambrosiana - Milano

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 29/05/2020 Aggiornato il 29/05/2020
Dal al
Milano (MI)
Regione: Lombardia
Luogo: Veneranda Biblioteca Ambrosiana, piazza Pio XI 2
Telefono: 02/806921
Orari di apertura: 10-18 sabato 30 e domenica 31 maggio, lunedì 1 e martedì 2 giugno 2020 quindi soltanto nei successivi weekend di giugno (sabato e domenica)
Costo: 10 euro
Dove acquistare: www.ambrosiana.it
Sito web: www.ambrosiana.it
Organizzatore: Veneranda Biblioteca Ambrosiana
Note:
Accanto ai capolavori di Leonardo da Vinci, di Raffaello, del Bramantino, di Bernardino Luini, di Sandro Botticelli e di molti altri artisti, sarà possibile ammirare un’interessante esposizione dedicata alla creatività femminile, originariamente allestita per l’edizione di Museocity / Museosegreto, ma mai aperta.

La mostra propone una serie di documenti di quattro donne, Lucrezia Borgia, Virginia de Leyva, Gaetana Agnesi e Alda Merini, che si sono distinte, ciascuna nel loro campo d’indagine.

Il percorso si apre con la teca contenente i capelli di Lucrezia Borgia (1480-1519) e parte del carteggio inviato dalla stessa all’umanista veneto Pietro Bembo, tra il 1503 e il 1514 e prosegue con le lettere di suor Virginia de Leyva (1575-1650), nota per aver ispirato a Manzoni il personaggio di Suor Gertrude, la Monaca di Monza dei Promessi Sposi. Di alcuni anni della sua vita molto importanti sono le lettere autografe indirizzate al Cardinale Federico Borromeo, conservate in Ambrosiana.

La rassegna continua con i fogli autografi di Gaetana Agnesi (Milano, 1718-1799) una delle più importanti matematiche di tutti i tempi, prima donna autrice di un libro di matematica e prima a ottenere una cattedra universitaria di matematica presso l'Università di Bologna e si chiude idealmente con alcuni fogli dattiloscritti donati dalla poetessa milanese Alda Merini (1931-2009) al Cardinal Gianfranco Ravasi.
Si tratta di poesie dedicate a Dante e ad alcuni importanti poeti italiani del Novecento, come Palazzeschi, Quasimodo e Padre David Maria Turoldo. Tutte riportano correzioni a penna, talvolta anche sostanziali, come nel caso del componimento su Palazzeschi, riscritto quasi in toto.

Alla Pinacoteca Ambrosiana possono accedere solo visitatori – max 20 per ogni mezz’ora - che avranno preventivamente acquistato i biglietti tramite il canale online presente sul sito www.ambrosiana.it.



Autografi femminili dalle collezioni dell’Ambrosiana
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com