Mostra Attraverso il volto. Autoritratti dalle collezioni del Museo Revoltella - Trieste

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 30/06/2022 Aggiornato il 30/06/2022
Dal al
Trieste (TS)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte con le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Per modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) verificare sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.

Le informazioni sono verificate prima della data di pubblicazione. Successivamente, in relazione alla pandemia, possono subire modifiche legate a eventuali nuove restrizioni di legge.

Regione: Friuli Venezia Giulia
Luogo: Museo Revoltella - Galleria d’arte moderna, via Armando Diaz 27
Telefono: 040/6754350
Orari di apertura: 9-19. Martedì chiuso
Costo: 7 euro; ridotto 5 euro
Dove acquistare: www.museorevoltella.it
Sito web: www.museorevoltella.it; www.musei.regione.fvg.it
Organizzatore: ERPAC FVG e Comune di Trieste
Note:
La mostra presenta una selezione di opere, in gran parte inedite al pubblico, della prestigiosa collezione di autoritratti del museo, che nella sua totalità conta circa 120 dipinti.
Una straordinaria galleria di ‘volti’ e di personalità artistiche senza tempo, protagoniste di un dialogo al tempo stesso desueto e affascinante con il visitatore. Un racconto sfaccettato, che si snoda in differenti capitoli, mettendo a fuoco di volta in volta le tante possibili prospettive che il tema dell’autorappresentazione finisce per intercettare.

L’arco temporale in cui si inseriscono le opere in mostra si estende dal 1840, con l’iconico Autoritratto di Giuseppe Tominz (esposto al pianterreno di Palazzo Revoltella – Sala Tominz), fino alla metà degli anni Settanta del Novecento, con il delicatissimo autoritratto della ‘magnetica’ Leonor Fini.
Ai nomi certamente più conosciuti del panorama artistico locale, quali Augusto Tominz, Cesare Dell’Acqua, Umberto Veruda, Arturo Fittke, Ruggero Rovan, Giuseppe Barison, Leonor Fini, Silva Bernt, Cesare Sofianopulo, Piero Marussig, si accostano le figure di artisti locali meno noti al pubblico, come Francesco Guerrini, Edoardo Variano, Franco Cernivez, Riccardo Carniel.

Tra gli artisti ‘forestieri’, di particolare interesse e originalità per la loro valenza artistica interdisciplinare, vi sono il toscano Enrico Sacchetti e il lombardo Giuseppe Novello.
Del grande artista napoletano Vincenzo Gemito, infine, figura di spicco della scultura di matrice verista del secondo Ottocento, il Museo Revoltella conserva, oltre alla rinomata scultura del Pescatoriello, un incisivo Autoritratto a penna e matita, decisamente avvincente per la sua espressività.

Tra le curiosità di questa importante raccolta si segnala inoltre la donazione di sette autoritratti, effettuata nel 1972 dal colonnello Antonio Fonda Savio, personaggio illustre nel territorio del Friuli Venezia Giulia, nonché consorte di Letizia Svevo, genero dello scrittore Italo Svevo.

La mostra è a cura di Susanna Gregorat.

Dida: Bruno Croatto, Autoritratto, olio su tavola, 56,5x47,5 cm, inv. 4838,
Museo Revoltella - Galleria d’arte moderna, Trieste (Archivio fotografico del Museo Revoltella)
Attraverso il volto. Autoritratti dalle collezioni del Museo Revoltella
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com