Mostra Ars in tenebris lucet. L’Arte risplende nelle tenebre - Mondolfo

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 07/01/2021 Aggiornato il 07/01/2021
Dal al
Mondolfo (PS)
ATTENZIONE
Le mostre possono essere aperte con modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ), che è preferibile verificare direttamente con gli organizzatori o sul sito, prima di recarsi sul posto.
Regione: Marche
Luogo: Chiostro del Complesso Monumentale S. Agostino, via Cavour; Scala/Pianoforte, via Fratelli Rosselli
Telefono: 0721/939218
Orari di apertura: 24 ore su 24
Costo: Ingresso libero
Dove acquistare: 0 - ingresso libero
Sito web: http://www.comune.mondolfo.pu.it
Organizzatore: Comune di Mondolfo e l’associazione PAM - Pro Arte Mondolfo
Note:
Il messaggio di giubilo del Natale passa attraverso un popolo che “cammina nelle tenebre” e vede un bagliore.
Questa luce può anche essere quella dell’Arte che dissipa lo scetticismo, allontana l’idolatria, schiarisce la durezza, addolcisce la crudeltà degli eventi e intenerisce le soggezioni.

Ecco allora che nel contesto di Mondolfo Galleria Senza Soffitto, per il Natale 2020 a Mondolfo è nato il progetto ARS IN TENEBRIS LUCET - L’Arte risplende nelle tenebre.

La celebre scala-pianoforte, divenuta uno dei luoghi tra i più fotografati delle Marche, a Natale si riveste di luce con una speciale installazione colorata che bagna di positività i tasti e la grande fotografia “Non ho mani che mi accarezzino il volto” di Mario Giacomelli.
Una scultura luminosa a custodita dall’alto, composta di fili intrecciati a ricordarci che anche i nostri nodi, le nostre difficoltà possono essere bagnate di luce e trasformate in una grande opera d’arte.

La seconda istallazione invece, nel chiostro del Complesso Monumentale di Sant’Agostino, è dedicata al tema della natività e a Colui che “venne tra la sua gente, ma i suoi non l’hanno accolto”
(Gv. 1,11).

È una passeggiata tra le tenebre, rischiarata dalle luci delle Natività riprodotte in formato gigante, di grandi autori come Francesco di Giorgio Martini, Giotto, Andrea Mantegna, Carlo Crivelli, Cosmé Tura, Federico Barocci, Lorenzo Lotto, Raffaello Sanzio nel suo giubileo,
fino a conoscere i particolari della Transavanguardia, con Mimmo Paladino, Francesco Clemente e Felice Casorati.

La vera lezione dell’Arte sta proprio nella semplicità del suo messaggio, in quell’autentica trasmissione di valori e di libertà che nessun’altra opera umana riesce a dare.

Ars in tenebris lucet. L’Arte risplende nelle tenebre
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com