Mostra ARIA. 2009 – 2019 dieci anni di Factory - La Spezia

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 17/11/2019 Aggiornato il 17/11/2019
Dal al
La Spezia (SP)
Regione: Liguria
Luogo: CAMeC Centro Arte Moderna e Contemporanea, piazza Cesare Battisti, 1
Telefono: 0187/727530
Orari di apertura: 11-18. Lunedì chiuso
Costo: 5 euro; ridotto 4 euro
Note:
Il CAMeC Centro Arte Moderna e Contemporanea della Spezia produce un progetto inedito dedicato a una comunità artistica attiva sul territorio spezzino, ma conosciuta e apprezzata a livello nazionale.

In parallelo al percorso artistico individuale di ciascun autore, fatto di mostre personali e collettive che precedono la creazione del gruppo, la Factory nasce a Sarzana nel 2009 per dare identità a un nucleo di artisti intergenerazionali formatosi spontaneamente intorno alla figura di Giuliano Tomaino.

Da qui il nome Factory, community formata oggi da sette artisti: Cristina Balsotti, Paolo Fiorellini, Claudia Guastini, Sandro del Pistoia, Stefano Lanzardo, Francesco Ricci con Giuliano Tomaino stesso, che lavorano insieme, sostenendosi vicendevolmente e condividendo lo spazio messo a disposizione dal Maestro presso un vecchio biscottificio di Sarzana, oggi suo atelier.

Al CAMeC realizzano una grande installazione ambientale, trasformando le tre sale al piano zero in una sorta di Wunderkammer, luna park delle meraviglie.

Tema della mostra è l'aria, intesa quale leggerezza, spazio ludico, creatività, stupore, gioco della vita. L'aria è anche un elemento essenziale a tutti per staccarsi "dalle incombenze del quotidiano e porre il pensiero - e l'arte - su un piano alto e altro".

L'esposizione, che si apre simbolicamente con Luci di Giuliano Tomaino, il maestro di questa insolita bottega, corredata da un video-racconto della storia del gruppo, si articola attraverso sette installazioni inedite, una per ciascun artista, e un nucleo di lavori che raccontano lo stile di ciascun autore.

La mostra è a cura di Cinzia Compalati.

AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com