Mostra Architetture recenti in Alto Adige 2012-2018 - Merano

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 07/08/2018 Aggiornato il 05/12/2018

La terza edizione della mostra propone un inventario dei progetti che documentano l'orizzonte architettonico che si è sviluppato in Alto Adige negli ultimi sei anni, selezionati da una giuria internazionale composta da Roman Hollenstein, critico di architettura ed ex redattore della Neue Zuercher Zeitung, Marco Mulazzani, storico dell'architettura all’università di Ferrara e redattore di Casabella, e l’architetto viennese Marta Schreieck dello studio Henke Schreieck Architetti. 

Dal al
Merano (BZ)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Da venerdì 6 agosto all’ingresso di musei, mostre, altri istituti e luoghi della cultura è necessario esibire il documento di identità e il Green pass o il certificato di guarigione dall’infezione da Sars-CoV-2 o il risultato negativo di un test molecolare o antigenico rapido. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Trentino Alto Adige
Luogo: Merano Arte, Edificio Cassa di Risparmio, Portici 163
Telefono: 0473/212643
Orari di apertura: 10-18; domenica e festivi 11-18. Lunedì chiuso
Costo: 6 euro; ridotto 5 euro
Dove acquistare: http://www.kunstmeranoarte.org/it
Sito web: http://www.kunstmeranoarte.org/it/mostre/anteprima/architetture-recenti-in-alto-adige-2012-2018.html
Organizzatore: Merano Arte, Südtiroler Künstlerbund e Fondazione Architettura Alto Adige.
Note:
I tre membri della giuria hanno dapprima selezionato 80 edifici, tra oltre 240 progetti, ritenuti particolarmente importanti; quindi, dopo una visita in loco alle strutture, sono stati scelti i 38 che saranno esposti, cui si aggiungeranno altri 26 che verranno pubblicati nel catalogo. 

Quello che ne risulta è un viaggio nell’Alto Adige, dalla Val Venosta a ovest alla Val Pusteria a est, in cui le pietre miliari sono rappresentate da quegli edifici che hanno affascinato la commissione per sensibilità, delicatezza, eccezionalità o per la particolare contemporaneità. Proseguendo il viaggio lungo la val d’Isarco e la Pusteria, ci si rende conto di quanto la piccola regione dell'Alto Adige sia costellata da edifici di alta qualità, sia nelle zone periferiche che in quelle più densamente popolate. In Val Pusteria, inoltre, in una frazione di 30 anime, una falegnameria dimostra come una piccola impresa famigliare antica di 100 anni possa trasformare un piccolo capannone della zona artigianale in uno degli showroom più belli e forse ispirati che un’azienda artigiana sudtirolese abbia ristrutturato fino a ora.
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com