Mostra Anselm Kiefer Questi scritti, quando verranno bruciati, daranno finalmente un po’ di luce (Andrea Emo) - Venezia

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 14/05/2022 Aggiornato il 14/05/2022
Dal al
Venezia (VE)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte con le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Per modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) verificare sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.

Le informazioni sono verificate prima della data di pubblicazione. Successivamente, in relazione alla pandemia, possono subire modifiche legate a eventuali nuove restrizioni di legge.

Regione: Veneto
Luogo: Palazzo Ducale, piazza San Marco
Telefono: 041/2715911
Orari di apertura: 8,30-21 da domenica a giovedì; 8,30-23 venerdì e sabato
Costo: 25 euro; ridotto 13 euro
Dove acquistare: www.museivenezia.it/palazzo-ducale/
Sito web: https://palazzoducale.visitmuve.it/
Organizzatore: Fondazione Musei Civici di Venezia (MUVE)
Note:
Anselm Kiefer espone una serie di nuove opere nella Sala dello Scrutinio e nella
Sala della Quarantia Civil Nova di Palazzo Ducale a Venezia in occasione della
59a Biennale d’Arte.

Kiefer è stato invitato dalla Fondazione Musei Civici di Venezia (MUVE) a
presentare un'installazione di dipinti site-specific che dialogano con uno degli
spazi più importanti di Palazzo Ducale e con la storia di Venezia.

I riferimenti filosofici e letterari sono sempre stati centrali per la comprensione
del lavoro di Anselm Kiefer. La mostra prende il titolo dalle parole del filosofo veneto Andrea Emo (1901-1983), i cui scritti Kiefer ha incontrato per la prima volta sei anni fa. Il metodo artistico di Kiefer ha infatti profonde consonanze con il pensiero filosofico di Andrea Emo.

Nell’installazione a Palazzo Ducale Anselm Kiefer riflette inoltre sulla posizione
unica di Venezia posta tra il Nord e il Sud e sulla sua interazione tra Oriente ed
Occidente trovando connessioni altrettanto significative tra queste differenti
culture, la storia della città e il testo dell'opera tragica di Goethe, Faust: Seconda parte (1832).

AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com