Mostra Angelo Savelli (1911-1995). L’artista del bianco - Lecce

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 07/03/2021 Aggiornato il 07/03/2021
Dal al
Lecce (LE)
ATTENZIONE
Le mostre nelle Regioni che si trovino in zona gialla possono essere aperte con modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ), che è bene verificare direttamente con gli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Puglia
Luogo: Fondazione Biscozzi | Rimbaud, piazzetta Baglivi 4
Telefono: 351/5039402
Orari di apertura: 11-18 marzo; 11-19 maggio e giugno; 11-22 luglio e agosto; 11-19 settembre e ottobre; 11-18 novembre
Costo: 5 euro; ridotto 3 euro
Dove acquistare: www.fondazionebiscozzirimbaud.it
Sito web: www.fondazionebiscozzirimbaud.it
Organizzatore: Fondazione Biscozzi | Rimbaud
Note:
In occasione dell'apertura a Lecce della nuova sede espositiva Fondazione Biscozzi | Rimbaud, un nuovo spazio culturale dedicato all'arte contemporanea, è allestita la mostra monografica "Angelo Savelli (1911-1995). L’artista del bianco", a cura di Paolo Bolpagni, che presenta una significativa selezione di opere di Angelo Savelli (Pizzo Calabro, 1911 - Dello, 1995), artista celebre per le sue opere in cui domina il colore bianco.

La Fondazione Biscozzi | Rimbaud espone permanentemente al pubblico una selezione di 72 opere dell'omonima Collezione, che annovera in totale oltre 200 importanti opere, tra dipinti, sculture e grafiche, di grandi nomi italiani e internazionali dell’arte del Novecento:
Filippo de Pisis, Arturo Martini, Enrico Prampolini, Josef Albers, Alberto Magnelli, Luigi Veronesi, con particolare riferimento agli anni Cinquanta, Sessanta e Settanta; Fausto Melotti, Alberto Burri, Piero Dorazio, Renato Birolli, Tancredi Parmeggiani, Emilio Scanavino, Pietro Consagra, Kengiro Azuma, Dadamaino, Agostino Bonalumi, Angelo Savelli, Mario Schifano e molti altri.

Luigi Biscozzi, tra i nomi più autorevoli nel settore della consulenza fiscale e tributaria in Italia, nato a Salice Salentino nel 1934, iniziò a collezionare opere d’arte nel 1969. Un anno dopo conobbe a Parigi Dominique Rimbaud, che diventerà sua moglie e con la quale condividerà per oltre quarant’anni la passione per l’arte.

Biscozzi assorbe l’atmosfera della Milano degli anni Sessanta: il bar Jamaica a Brera con i fotografi Mulas, Dondero, Alfa Castaldi, ma anche Lucio Fontana, Piero Manzoni, Ettore Sordini, Angelo Verga, Dadamaino e giornalisti, scrittori, critici d’arte.
Con la moglie Dominique viaggia per Biennali e mostre internazionali, interessandosi al dibattito, anche politico, tra realismo, figurazione, informale, astrazione.

Negli anni la collezione, che documenta una parte importante dell’arte italiana e internazionale del Novecento, si amplia e si arricchisce. Pare assemblata dal caso e dall’occasione, ma è invece profondamente affidata all’intelligenza emotiva dei due collezionisti.
Biscozzi esprime l’intenzione di condividere la collezione e di renderla disponibile al pubblico, nel proprio territorio d’origine.
Purtroppo Biscozzi scompare nel settembre del 2018, ma sua
moglie Dominique prosegue nella realizzazione di questo sogno di creare a Lecce, in un immobile storico di piazzetta Baglivi 4, la sede espositiva della Fondazione Biscozzi | Rimbaud, che apre ufficialmente al pubblico il 2 marzo 2021.

La Fondazione intende essere uno spazio dove esporre stabilmente al pubblico una selezione dei migliori pezzi della collezione, e inoltre impiantare una biblioteca specializzata, fare attività didattica e allestire a cadenza periodica mostre temporanee di arte del XX e XXI secolo.
Angelo Savelli (1911-1995). L’artista del bianco
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com