Mostra Ambrogio Lorenzetti - Siena

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 13/09/2017 Aggiornato il 15/01/2018

Nonostante sia considerato uno degli artisti più importanti dell'Europa trecentesca, Ambrogio Lorenzetti è noto soprattutto per i suoi affreschi del Palazzo Pubblico di Siena, le Allegorie e gli Effetti del Buono e del Cattivo Governo in città e nel suo contado, che mostrano i punti cruciali dell'etica politica delle città-stato italiane nella tarda età comunale e del governo senese dei Nove. Le sue opere pittoriche sono invece poco conosciute. La mostra, preceduta da una lunga ricerca e dalle importanti campagne di restauro, rappresenta dunque l’occasione per provare a ricostruire l'attività dell'artista e Siena conserva circa il settanta per cento delle opere del pittore. In esposizione si trovano anche opere provenienti da altri musei italiani e stranieri. La mostra rappresenta il culmine di un progetto avviato nel 2015 con l'iniziativa "Dentro il restauro" mirato ad una profonda conoscenza dell'attività dell'artista, ad una migliore conservazione delle sue opere e a favorirne l'avvicinamento da parte del pubblico. Nel 2015 sono state trasferite a Santa Maria della Scala alcune importanti opere dell'artista che necessitavano di indagini conoscitive, di interventi conservativi e di veri e propri restauri: il ciclo di affreschi staccati della cappella di San Galgano a Montesiepi e il polittico della chiesa di San Pietro in Castelvecchio a Siena sono stati allestiti in un cantiere di restauro "aperto" al pubblico. I restauri sono proseguiti con l’apertura di altri due cantieri, il primo nella chiesa di San Francesco, volto al recupero degli affreschi dell’antica sala capitolare dei frati francescani senesi, e l’altro nella chiesa di Sant’Agostino, nel cui capitolo Ambrogio Lorenzetti dipinse un ciclo di storie di Santa Caterina e gli articoli del Credo. In mostra tornano a vivere idealmente i cicli di affreschi del capitolo e del chiostro della chiesa francescana senese, il ciclo di dipinti della chiesa agostiniana senese e quello della cappella di San Galgano a Montesiepi.

Dal al
Siena (SI)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.

Le notizie pubblicate sono verificate fino alla data di pubblicazione. Successivamente, in relazione alla pandemia e al peggioramento della situazione contingente, possono subire modifiche legate a nuove restrizioni richieste per legge, anche a livello locale e regionale.

Regione: Toscana
Luogo: Complesso museale Santa Maria della Scala, piazza del Duomo 1
Telefono: 0577/286300; Sito: www.santamariadellascala.com
Orari di apertura: 10-17; venerdì 10-19; sabato e domenica 10-20. Martedì chiuso
Costo: 9 euro; ridotto 7 euro
Ambrogio Lorenzetti
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com