Mostra Alfredo Müller. Il trionfo della grafica nella Parigi della Belle Époque - Sesto Fiorentino

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 01/10/2022 Aggiornato il 01/10/2022
Dal al
Sesto Fiorentino (FI)
Regione: Toscana
Luogo: Centro Espositivo Antonio Berti, via Pietro Bernini 57; La Soffitta Spazio delle Arti, c/o Circolo Arci di Colonnata, piazza Mario Rapisardi 6; Rifugio Gualdo, via Corsi Salviati 46
Telefono: 055/4480914; 335/6136979; 333/3528252
Orari di apertura: 16-19 martedì-sabato; 10-12; 16-19 domenica. Lunedì chiuso
Costo: Ingresso libero
Dove acquistare: 0 - ingresso libero
Sito web: www.comune.sesto-fiorentino.fi.it
Organizzatore: Comune di Sesto Fiorentino, La Soffitta Spazio delle Arti – Circolo Arci Unione Operaia di Colonnata, Gruppo Gualdo
Note:
Il Centro Espositivo Antonio Berti presenta presso la Soffitta Spazio della Arti di Sesto Fiorentino la mostra specificamente dedicata alla produzione dell’artista Alfredo Müller, con circa 100 opere eseguite a Parigi dal 1895 e 1906, a oggi la più vasta raccolta di suoi lavori grafici parigini mai esposta in Italia e all’estero, a cura di Emanuele Bardazzi ed Hélène Koehl.

Il Centro Espositivo Antonio Berti accoglierà le opere di Müller incentrate sul tema del paesaggio – in gran parte realizzate durante la sua permanenza ad Osny – eseguite ad acquaforte in nero e a colori o litografate prevalentemente tra il 1902 e il 1903.

Tra esse, la serie di sei grandi litografie decorative a colori dette Frises e destinate all’arredo delle case secondo i principi di William Morris, due delle quali, Les Paons e Les Cygnes, manifestano pienamente l’adesione allo stile Art Nouveau, per la prima volta presentate nella loro completezza.

Esposta per la prima volta completa è anche la suite, di straordinaria rarità e importanza, de La Vie heureuse de Dante Alighieri ispirata alla Vita Nuova, costituita da sei soggetti danteschi incisi ad acquaforte e acquatinta pubblicati a Parigi nel 1898 in soli 12 esemplari da Ambroise Vollard, gallerista famoso per i suoi legami con gli impressionisti e i Nabis.

La serie, con i disegni preparatori, è ispirata ai quadri di Dante Gabriel Rossetti e ne offre un’interpretazione molto originale, prossima al Simbolismo esoterico di marca rosacrociana. Dedicato a questa suite sarà un evento in programma domenica 23 ottobre alle 16.00, con brani di musica-lettura dalla Vita Nuova di Dante e un approfondimento sulle incisioni che la compongono.

Presso La Soffitta Spazio delle Arti sono invece esposte le opere realizzate da Müller durante gli anni di Montmartre raccolte in sei sezioni tematiche: Sguardo sul palco, Musica, Letture, Scene infantili, Scene femminili, Visioni simboliste. La panoramica è ricca e affascinante, e illustra l’attività incisoria di Müller nella culla artistica parigina per eccellenza, frequentata dagli artisti più importanti e innovativi del tempo.

L’intento è quello di offrire un’immersione totale nel mondo della grafica e della pubblicità del periodo, toccando i suoi aspetti più effervescenti e gioiosi fino a quelli più inquietanti e oscuri.
Nel comporre questo caleidoscopio, una precisa scelta di campo è stata quella di non limitarsi ad offrire della cosiddetta Belle Époque solo il lato superficiale e festaiolo dei balli al Moulin Rouge oppure mettere in luce soprattutto gli aspetti più modernisti della rivoluzione grafica come è avvenuto in varie mostre sul tema allestite all’estero negli ultimi anni, ma di esplorarne anche lati che rimanevano più nell’ombra e per questo meno noti oggi all’immaginario collettivo.

Dida: Alfredo Müller, Montmartre. La rue Saint-Vincent en hiver. 1899. Acquaforte e acquatinta mm. 370 x 250.
Alfredo Müller. Il trionfo della grafica nella Parigi della Belle Époque
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com