Mostra Alexandra Lethbridge. The Archive of Gesture - Milano

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 04/08/2021 Aggiornato il 04/08/2021
Dal al
Milano (MI)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Da venerdì 6 agosto all’ingresso di musei, mostre, altri istituti e luoghi della cultura è necessario esibire il documento di identità e il Green pass o il certificato di guarigione dall’infezione da Sars-CoV-2 o il risultato negativo di un test molecolare o antigenico rapido. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Lombardia
Luogo: Other Size Gallery c/o Workness Milano, via Andrea Maffei 1
Telefono: 02/70006800
Orari di apertura: 10-18. Sabato e domenica chiuso
Costo: Ingresso libero
Dove acquistare: 0 - ingresso libero
Sito web: https://workness.it/ita/servizi/other-size-gallery.aspx
Organizzatore: Other Size Gallery c/o Workness Milano
Note:
Il progetto inedito della fotografa inglese Alexandra Lethbridge si sofferma sul tema del gesto e della sua fraintendibilità. In mostra un nucleo di circa dodici scatti in bianco e nero di medie e grandi dimensioni, in un allestimento interattivo e teatrale pensato appositamente per gli spazi della galleria.

La serie, dopo essere stata decretata vincitrice del Belfast Photo Festival da una giuria composta dai curatori del San Francisco Museum of Modern Art, del V&A e della Tate e dai photo editor di The New Yorker e TIME Magazine, è presentata in anteprima assoluta in Italia alla Other Size Gallery di Milano.

A partire da immagini di sculture classiche, spesso giunte a noi con le braccia mutilate e per questo private della possibilità di veicolare il messaggio di cui erano portatrici, la fotografa compone un nucleo di opere che, nel sovrapporre immagini trovate, still life e interventi digitali, si interroga, non senza ironia, sul ruolo che la gestualità gioca nella costruzione del significato.

Sono i temi dell’inganno, del depistaggio, della disinformazione al centro della riflessione della Lethbridge che spiega: “Il gesto è diventato un po' un'ossessione, in particolare considerando come può essere letto o frainteso”.

Funzionale a questi temi è anche la dimensione installativa della mostra che gioca sul rapporto tra tridimensionalità delle sculture ritratte e bidimensionalità delle immagini fotografiche: stampate su teli trasparenti le fotografie possono essere contemplate a “tutto tondo”, esattamente come una scultura, pur rimanendo indubitabilmente bidimensionali.

A rimarcare poi la contrapposizione tra occultamento e disvelamento, un sistema di quinte scorrevoli consente di celare e svelare le opere in maniera tanto interattiva per il pubblico quanto teatrale.

La mostra, curata da Claudio Composti, rientra nel programma espositivo di Photofestival, rassegna internazionale di fotografia che si tiene a Milano dal 16 settembre al 31 ottobre 2021.




Alexandra Lethbridge. The Archive of Gesture
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com