Mostra Ad occhi chiusi - Gavi

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 21/06/2018 Aggiornato il 21/06/2018

In mostra le sculture realizzate dal 2002 al 2018 da Nino Ventura (1959), che porta le sue opere, sirene, angeli e arcangeli, pesci, soldati di ogni sorta, a Forte dei Gavi con una sezione antologica, mentre le opere più recenti dell’artista sono ospitate presso altre sedi rappresentative del territorio. Le sue sculture, impulsive, instabili e assurde, sono creature dal sapore fiabesco, deformi e innaturali che affascinano e contagiano il grande pubblico. Sono immagini magnifiche appartenenti a un universo che solo un artista può essere in grado di vedere e riportare, evocando un mondo antico e gesta eroiche di una civiltà che non c’è più. L’evento è realizzato dal Polo Museale del Piemonte, con la Direzione del Forte di Gavi, in collaborazione con l'Associazione Amici del Forte di Gavi e dà l'avvio alla programmazione di mostre d'Arte Contemporanea per meglio valorizzare il sito museale e il suo territorio. Durante l’esposizione sono previsti eventi collaterali per sensibilizzare il pubblico su argomenti specifici. Tre conferenze dal titolo “I materiali dell’Arte” prevedono la presenza di relatori di fama nazionale e internazionale, esperti nel campo della scultura che utilizza materiali della produzione artistica italiana e mediterranea come marmo, bronzo e ceramica. La prima conferenza è dedicata al Marmo, con Luciano Massari, scultore, direttore artistico del Laboratorio Cave Michelangelo di Carrara e Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Carrara. La seconda conferenza è dedicata al Bronzo, con la Fonderia Artistica De Carli (To), azienda che negli ultimi anni ha sviluppato una notevole esperienza su lavori artistici che, per le particolari condizioni progettuali relative a finalità, dimensioni e impegno, possono definirsi di pubblico rilievo. La terza conferenza tratta invece la Ceramica, con la Ceramica Gatti, fondata nel 1928 da Riccardo Gatti, ceramista e scultore. Gatti si distinse nel panorama artistico faentino sin dal 1908 perché inventore di tecniche complesse ottenendo risultati eccezionali come i riflessi metallici. Una quarta conferenza, prevista per la giornata di chiusura mostra, sempre negli spazi del Forte di Gavi, è dedicata al Vino e all’Arte, per valorizzare l’Anno del Cibo Europeo. 

Dal al
Gavi (AL)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte con le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Per modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) verificare sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.

Le informazioni sono verificate prima della data di pubblicazione. Successivamente, in relazione alla pandemia, possono subire modifiche legate a eventuali nuove restrizioni di legge.

Regione: Piemonte
Luogo: Forte di Gavi, via al Forte
Telefono: 0143/643554
Orari di apertura: 9,30-17,30
Costo: 2 euro
Ad occhi chiusi
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com