Mostra A nostra immagine. Scultura in terracotta del Rinascimento. Da Donatello a Riccio - Padova

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 17/05/2020 Aggiornato il 17/05/2020
Dal al
Padova (PD)
Regione: Veneto
Luogo: Gallerie di Palazzo Vescovile di Padova, Museo Diocesano, piazza Duomo
Telefono: 049/8226159
Orari di apertura: 10-13; 14-18; sabato, domenica e festivi 10-13; 14-19. Lunedì chiuso
Costo: 8 euro; ridotto 6 euro
Sito web: www.museodiocesanopadova.it
Organizzatore: Museo diocesano di Padova e Ufficio diocesano Beni culturali, con la collaborazione dell’Università di Padova – CIBA Centro per i beni culturali, della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l’area metropolitana di Venezia e le Province di Belluno, Padova e Treviso
Dove acquistare: www.museodiocesanopadova.it
Note:
Le 21 sculture esposte nelle Gallerie del Palazzo per due mesi sono rimaste “sole”.
Ora finalmente i visitatori possono tornare a ammirarle, nella loro bellezza e nella storia che raccontano, in totale sicurezza, grazie a un protocollo appositamente studiato sulla base delle Linee guida regionali sulla riapertura al pubblico di musei, archivi e biblioteche, che prevede l’accesso contingentato, la sicurezza dei locali, la possibilità anche di visite guidate in piccoli gruppi garantendo il distanziamento sociale, la necessità di indossare mascherina e guanti e di sottoporsi al controllo della temperatura corporea.

La mostra è il frutto di un progetto di restauro e di una campagna di ricerca che ha portato anche interessanti novità tra cui il ruolo centrale di un plasticatore di origine cremasca, Giovanni de Fondulis (a cui sono state attribuite definitivamente alcune terrecotte del territorio diocesano) e la vivacità della sua bottega padovana, rimasta attiva per oltre un ventennio nella seconda metà del Quattrocento.

L'esposizione ha portato anche nuove scoperte, tra cui la Madonna del monastero della Visitazione, che dopo la rimozione delle integrazioni ottocentesche e delle pesanti ridipinture, si è rivelata un capolavoro della tarda attività di Giovanni de Fondulis, e nuove attribuzioni, come la paternità a Pietro Lombardo, da parte dello studioso Francesco Caglioti, della Madonna proveniente dal Museo del Bargello, precedentemente attribuita a Antonio di Chellino.

A nostra immagine. Scultura in terracotta del Rinascimento. Da Donatello a Riccio
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com