Mostra A Castiglioni - Milano

Manuela Vaccarone
A cura di Manuela Vaccarone
Pubblicato il 05/10/2018 Aggiornato il 05/12/2018

In occasione del centenario dalla nascita di Achille Castiglioni (1918-2002), la Triennale di Milano dedica a uno dei più importanti maestri del design italiano, una grande mostra monografica. 

Dal al
Milano (MI)
ATTENZIONE
Le mostre sono aperte secondo le modalità previste dalla legge vigente in materia anticovid. Da venerdì 6 agosto all’ingresso di musei, mostre, altri istituti e luoghi della cultura è necessario esibire il documento di identità e il Green pass o il certificato di guarigione dall’infezione da Sars-CoV-2 o il risultato negativo di un test molecolare o antigenico rapido. Possono inoltre esservi modalità di accesso specifiche (obbligo di prenotazione, orari modificati, contingentamento ingressi, dispositivi di protezione... ) da verificare direttamente sul sito degli organizzatori, prima di recarsi sul posto.
Regione: Lombardia
Luogo: La Triennale di Milano, viale Emilio Alemagna 6
Telefono: 02/724341
Orari di apertura: 10,30-20,30. Lunedì chiuso
Costo: 10 euro; ridotto 8,50 euro
Dove acquistare: http://www.triennale.org
Sito web: http://www.triennale.org/mostra/a-castiglioni/
Organizzatore: Triennale di Milano, a cura di Patricia Urquiola in collaborazione con Federica Sala
Note:
L’esposizione, a cura di Patricia Urquiola in collaborazione con Federica Sala, analizza l’opera di Castiglioni in maniera trasversale, dal design all’architettura, dagli allestimenti alle mostre. L’approccio di Castiglioni, asciutto e semplice ma ricco di curiosità e di ironia, è diventato un metodo progettuale attraverso il quale il designer ha formato generazioni successive. I prodotti da lui progettati, fino al 1968 frutto della collaborazione con i fratelli Livio e soprattutto Pier Giacomo, in massima parte ancora oggi in produzione e spesso annoverati tra i bestseller, nascono dalla capacità di ispirarsi al quotidiano per trasformarlo in altro, trattando con ironia il rapporto tra forma e funzione. Per raccontare una figura così attiva e atemporale, è stato scelto di non seguire un approccio cronologico o schematico, ma di presentare il lavoro di Castiglioni attraverso una serie di insiemi contenutistici, spesso sovrapposti e intersecati. Di ideare, quindi, una mappa di macro e micro concetti ricorrenti nei suoi progetti, disposti nello spazio senza un assetto gerarchico o lineare, ma in forma rizomatica. I progetti sono raggruppati in venti cluster e posti in relazione uno con l’altro per poter raccontare l’approccio di Castiglioni al design e il suo metodo all’interno dei suoi ambiti d’azione: dal design di prodotto fino alle grandi architetture, passando attraverso i numerosi allestimenti che hanno contraddistinto la sua attività professionale. Il progetto di allestimento è affidato a Patricia Urquiola, architetto e designer che non solo ha mosso i primi passi insieme a Castiglioni (nel 1989 si laurea con lui al Politecnico di Milano), ma ne ha saputo raccogliere l’eredità e la capacità di sorprendere attraverso il progetto.
A Castiglioni
AVVERTENZA: la Redazione non assume alcuna responsabilità, e pertanto non potrà essere ritenuta responsabile, per eventuali errori di indicazione delle date dei vari eventi che sono da considerare puramente indicative. Invitiamo i lettori a verificare l’esattezza delle date e degli orari di svolgimento delle varie manifestazioni, contattando preventivamente gli organizzatori ai numeri di telefono corrispondenti o visitando il sito web corrispondente.
Per segnalare una mostra scrivere a eventi@cosedicasa.com