Rivestire una poltrona: come si fa e quali tessuti scegliere

Se avete una vecchia "poltroncina della nonna", non liberatevene! Potete trasformarla con un tessuto nuovo. Ecco passo dopo passo come si fa.

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 05/04/2017 Aggiornato il 05/04/2017
rivestire una poltrona

Per rivestire una poltrona bisogna utilizzare tessuti d’arredo. Nella scelta non basta farsi guidare dall’aspetto estetico, che è comunque fondamentale, ma considerare anche l’uso che si intende fare del mobile. Per una poltroncina che ha solo una funzione decorativa, si può optare per stoffe più preziose, come la seta, o con lavorazioni importanti, come lampassi e damaschi; l’uso quotidiano o comunque frequente, suggerisce invece l’impiego di materiali meno delicati, come cotone, lino e lana, con una trama fitta, che è più resistente. Se si opta per motivi fantasia, meglio valutare anche le dimensioni del disegno e il modo in cui ricorre sulla stoffa, perché il suo rapporto si adatti alle misure della superficie da ricoprire.

Schermata 2017-03-01 alle 15.17.55

 

 

Rivestire una poltrona: ecco cosa serve

  • Tessuto d’arredo
  • Forbice professionale per stoffa
  • Pennarello nero a punta grossa
  • Colla trasparente (adesivo acetovinilico) per tessuti
  • Passamaneria da abbinare al tessuto scelto
  • Tela di cotone bianco
  • Sparapunti ad aria compressa o elettrica
  • Macchina per cucire
  • Cordonetto di cotone da 4 mm
  • Filtro per cappe (tessuto di poliestere)

Passamaneria, doppio effetto 

Con questo termine si indicano diversi tipi di bordure che servono per decorare e rifinire pezzi d’arredo o abiti, e in molti casi  per nascondere le cuciture.  
Sono realizzate, in modo artigianale o industriale, con diversi filati, naturali e sintetici, tinta unita o a più colori. Sulle superfici morbide vengono cucite mentre su quelle più dure si incollano con appositi adesivi.

Clicca sulle immagini per vedere full screen come rivestire una poltrona
E più sotto trovi le foto in verticale con didascalia

  • Per rivestire il piano di seduta, stendervi sopra una parte del tessuto e con il pennarello tratteggiare il profilo esterno.
(Procedere allo stesso modo anche per il retro dello schienale).
  • Tagliare la stoffa lungo la linea tratteggiata lasciando un margine
di un paio di centimetri.
Dal tessuto avanzato ritagliare
una striscia alta circa 3 cm lunga
quanto il profilo della seduta.
  • Chiudere all'interno
della striscia un pezzo
di corda bianca (della stessa  lunghezza), e cucire sul dritto del tessuto a formare un cordoncino, detto coda di topo.
  • Cucire il cordoncino sulla stoffa precedentemente tagliata; quindi giuntare a questi una fascia alta quanto l'altezza della seduta, più 3/4 cm da ripiegare poi sotto la base. Cucire i due pezzi dal rovescio.
  • Una volta ottenuta la housse, rivestire la seduta tirando bene il tessuto; tagliare la parte in eccedenza sul fondo lasciando qualche centimetro da ripiegare sotto e fissare alla struttura con la sparapunti.
  • Per fare aderire bene il rivestimento ai contorni della poltrona, in corrispondenza dello schienale, fare due piccoli tagli nella stoffa alle due estremità.
  • Inserire il tessuto in eccedenza
nella fessura tra la seduta e lo schienale, stendendolo bene per evitare pieghe.
  • Utilizzando la sparapunti fissare
il tessuto sul retro della struttura (facendo punti ravvicinati per assicurare una tenuta migliore e far aderire meglio le due superfici).
  • Appoggiare allo schienale un pezzo
di stoffa, ripiegarlo sul
retro, fare due tagli verticali lungo il bordo inferiore e inserire la stoffa in eccesso
tra la seduta e lo schienale.
  • Piegare il telo dietro lo schienale,
e con la sparapunti fissarlo alla struttura, avendo cura di ripiegarlo a formare
delle pence sugli angoli per assecondare la curvatura.
  • Dopo avere realizzato una coda di topo  (come la precedente) lunga quanto il profilo dello schienale, sempre con la sparapunti fissarla a quest'ultimo sul retro.
  • Dopo aver ribaltato la poltrona imbottire
la parte posteriore con uno strato
di 'filtro per cappe'. Con i punti
attaccare il tessuto alla struttura.  
  • Ricoprire lo strato di imbottitura con un pezzo di stoffa di finitura (precedentemente tagliato su misura);  ripiegare un piccolo bordo di tessuto all'interno e fissare lungo
il profilo con una serie di punti.
  • In corrispondenza delle giunture della stoffa applicare un leggero strato di colla, stendere
la passamaneria facendo un po' di pressione con le dita, e lasciare asciugare.
  • Infine, ribaltare la poltrona e coprire
il fondo con una tela di cotone bianco grande abbastanza per nascondere le cuciture del tessuto di rivestimento. Fissarlo con i punti, ripiegando il bordo perché non si sfilacci.
Per rivestire il piano di seduta, stendervi sopra una parte del tessuto e con il pennarello tratteggiare il profilo esterno.
(Procedere allo stesso modo anche per il retro dello schienale).

Per rivestire il piano di seduta, stendervi sopra una parte del tessuto e con il pennarello tratteggiare il profilo esterno. (Procedere allo stesso modo anche per il retro dello schienale).

Tagliare la stoffa lungo la linea tratteggiata lasciando un margine
di un paio di centimetri.
Dal tessuto avanzato ritagliare
una striscia alta circa 3 cm lunga
quanto il profilo della seduta.

Tagliare la stoffa lungo la linea tratteggiata lasciando un margine di un paio di centimetri. Dal tessuto avanzato ritagliare una striscia alta circa 3 cm lunga quanto il profilo della seduta.

Chiudere all'interno
della striscia un pezzo
di corda bianca (della stessa  lunghezza), e cucire sul dritto del tessuto a formare un cordoncino, detto coda di topo.

Chiudere all’interno della striscia un pezzo di corda bianca (della stessa lunghezza), e cucire sul dritto del tessuto a formare un cordoncino, detto coda di topo.

Cucire il cordoncino sulla stoffa precedentemente tagliata; quindi giuntare a questi una fascia alta quanto l'altezza della seduta, più 3/4 cm da ripiegare poi sotto la base. Cucire i due pezzi dal rovescio.

Cucire il cordoncino sulla stoffa precedentemente tagliata; quindi giuntare a questi una fascia alta quanto l’altezza della seduta, più 3/4 cm da ripiegare poi sotto la base. Cucire i due pezzi dal rovescio.

Una volta ottenuta la housse, rivestire la seduta tirando bene il tessuto; tagliare la parte in eccedenza sul fondo lasciando qualche centimetro da ripiegare sotto e fissare alla struttura con la sparapunti.

Una volta ottenuta la housse, rivestire la seduta tirando bene il tessuto; tagliare la parte in eccedenza sul fondo lasciando qualche centimetro da ripiegare sotto e fissare alla struttura con la sparapunti.

Per fare aderire bene il rivestimento ai contorni della poltrona, in corrispondenza dello schienale, fare due piccoli tagli nella stoffa alle due estremità.

Per fare aderire bene il rivestimento ai contorni della poltrona, in corrispondenza dello schienale, fare due piccoli tagli nella stoffa alle due estremità.

Inserire il tessuto in eccedenza
nella fessura tra la seduta e lo schienale, stendendolo bene per evitare pieghe.

Inserire il tessuto in eccedenza nella fessura tra la seduta e lo schienale, stendendolo bene per evitare pieghe.

Utilizzando la sparapunti fissare
il tessuto sul retro della struttura (facendo punti ravvicinati per assicurare una tenuta migliore e far aderire meglio le due superfici).

Utilizzando la sparapunti fissare il tessuto sul retro della struttura (facendo punti ravvicinati per assicurare una tenuta migliore e far aderire meglio le due superfici).

Appoggiare allo schienale un pezzo
di stoffa, ripiegarlo sul
retro, fare due tagli verticali lungo il bordo inferiore e inserire la stoffa in eccesso
tra la seduta e lo schienale.

Appoggiare allo schienale un pezzo di stoffa, ripiegarlo sul retro, fare due tagli verticali lungo il bordo inferiore e inserire la stoffa in eccesso tra la seduta e lo schienale.

Piegare il telo dietro lo schienale,
e con la sparapunti fissarlo alla struttura, avendo cura di ripiegarlo a formare
delle pence sugli angoli per assecondare la curvatura.

Piegare il telo dietro lo schienale, e con la sparapunti fissarlo alla struttura, avendo cura di ripiegarlo a formare delle pence sugli angoli per assecondare la curvatura.

Dopo avere realizzato una coda di topo  (come la precedente) lunga quanto il profilo dello schienale, sempre con la sparapunti fissarla a quest'ultimo sul retro.

Dopo avere realizzato una coda di topo (come la precedente) lunga quanto il profilo dello schienale, sempre con la sparapunti fissarla a quest’ultimo sul retro.

Dopo aver ribaltato la poltrona imbottire
la parte posteriore con uno strato
di 'filtro per cappe'. Con i punti
attaccare il tessuto alla struttura.  

Dopo aver ribaltato la poltrona imbottire la parte posteriore con uno strato di ‘filtro per cappe’. Con i punti attaccare il tessuto alla struttura.

Ricoprire lo strato di imbottitura con un pezzo di stoffa di finitura (precedentemente tagliato su misura);  ripiegare un piccolo bordo di tessuto all'interno e fissare lungo
il profilo con una serie di punti.

Ricoprire lo strato di imbottitura con un pezzo di stoffa di finitura (precedentemente tagliato su misura); ripiegare un piccolo bordo di tessuto all’interno e fissare lungo il profilo con una serie di punti.

In corrispondenza delle giunture della stoffa applicare un leggero strato di colla, stendere
la passamaneria facendo un po' di pressione con le dita, e lasciare asciugare.

In corrispondenza delle giunture della stoffa applicare un leggero strato di colla, stendere
la passamaneria facendo un po’ di pressione con le dita, e lasciare asciugare.

Infine, ribaltare la poltrona e coprire
il fondo con una tela di cotone bianco grande abbastanza per nascondere le cuciture del tessuto di rivestimento. Fissarlo con i punti, ripiegando il bordo perché non si sfilacci.

Infine, ribaltare la poltrona e coprire il fondo con una tela di cotone bianco grande abbastanza per nascondere le cuciture del tessuto di rivestimento. Fissarlo con i punti, ripiegando il bordo perché non si sfilacci.

Realizzazione di Ilaria Novembre, info@novembre.biz –
Foto: Cristina Fiorentini

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 3 / 5, basato su 1 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!