Riciclo e risparmio: lampade in carta

Sfere di luce, da tavolo o da terra, realizzate con carta di tutti i tipi: le crea il nostro lettore Luca M. Ecco come.

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 30/07/2015 Aggiornato il 15/09/2016
Riciclo e risparmio: lampade in carta

Lampade di carta, realizzate con vecchi fumetti o con carta di riciclo, carta igienica o garze: sono la passione del nostro lettore Luca M. che ci mostra le sue creazioni. L’idea gli è venuta perché, dovendo realizzare delle finte palle di neve per una scenografia, con la carta igienica bagnata e asciugata, otteneva l’effetto goffrato della neve. Poi lo ha provato con vari materiali e ha sperimentato la possibilità di trasformare le sfere, in diffusori per lampade a piantane o per luci da tavolo o sospese.

Ecco come si procede a creare le sfere: si prende un pallone da spiaggia (di qualunque dimensione, di solito 40-50 cm di diametro) e lo si usa come supporto per fare la sfera della lampada. In un secchio si prepara la classica mistura vinavil con acqua e si mescola fino a ottenere un composto cremoso. Si gonfia il pallone, vi si stendono sopra i piccoli fogli – per esempio fumetti, carta igienica o garze (nelle foto, diverse soluzioni): più strati si mettono più sarà rigida la sfera. Poi con un pennello vi si stende sopra la colla vinilica, fino a impregnare completamente la carta. Fare almeno 3 strati, fino a coprire tutto il pallone tranne la parte inferiore: lasciare lo spazio per far passare una mano dove c’è la valvola di gonfiaggio della palla.

Dopo un giorno, quando tutto è asciutto, si sgonfia il pallone e delicatamente lo si rimuove sgonfiandolo, in modo da lasciare solo l’involucro di carta. A questo punto lo si mette su una piantana ricavata da un tubo di alluminio e come base di appoggio della lampada si può utilizzare un disco per smerigliare, fissato sul tubo con un raccordo per irrigazione. Poi in cima si sistema un portalampada e si fa passare il filo elettrico dentro il tubo di alluminio. Per la lampada da tavolo invece ha scelto un rosone per camini di 150 mm (costo 4,00 euro), riempito di cemento, lasciando al centro un buco ove far passare il porta lampada (2,00 euro), con il filo elettrico per il collegamento. Luca tiene a precisare che si devono usare lampade a basso consumo o a led, perché non scaldano: dentro le sfere, è molto importante evitare il surriscaldamento. Tutte le sfere possono essere verniciate come si preferisce.

Sui due tipi di supporto, da tavolo e a piantana, il portalampada è fissato con la lampadina già avvitata. Poi vi si appoggia sopra la sfera, cui era stato in precedenza fatto un foro di circa 10 cm.

Clicca sulle immagini per vederle full screen

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!