Come dipingere una parete (in una tonalità scura)

Dipingere una parete può sembrare più facile di quanto non sia in realtà. O meglio, per farlo bene, è bene seguire qualche dritta.
Samantha Ceccobelli
A cura di Samantha Ceccobelli
Pubblicato il 13/05/2020 Aggiornato il 13/05/2020
Parete scura, come dipingerla bene da soli

Quando si decide di imbiancare da soli è importante che la parete sia in buone condizioni.

Prima di imbiancare, sanare i difetti del muro

Se ci sono macchie, in particolare di umidità, è fondamentale  prima risolvere la causa, per esempio in caso ci sia stata una perdita d’acqua, bisogna riparare al più presto il guasto e aspettare che i muri asciughino bene, prima di metterci mano con nuove pitture.

Nel caso in cui ci fossero invece crepe o buchi di chiodi, bisogna stuccare, far asciugare e carteggiare molto bene tutta la parete. In commercio esiste un’enorme varietà di prodotti, adatta ad ogni esigenza, è quindi indispensabile farsi consigliare da un rivenditore di fiducia che saprà indicarvi il prodotto più adatto.

Quale pittura e quale colore

Nel caso di ambienti molto vissuti, ci si orienta di solito verso pitture lavabili, che permettono di rimuovere macchie e sporco, soprattutto se ci sono dei bambini.

Per quanto riguarda la scelta dei colori, le tinte scure sono molto eleganti ma piuttosto impegnative da usare; si possono usare per tutte le pareti in uno spazio di passaggio, un corridoio o in un disimpegno, da valorizzare con lampade, quadri e specchi, mentre in un ambiente dove – come definito nei regolamenti edilizi – sia prevista la permanenza di persone può essere preferibile individuare una sola parete da dipingere di blu o di grigio. Nel caso di una camera da letto l’effetto è molto gradevole e rende la stanza ancora più intima, accogliente ed avvolgente.

Materiali occorrenti per fai da te dipingere la parete

  •  Tinta lavabile scura (un barattolo da 0,800 L è sufficiente per dare due mani su 7-8 m2)
  •  Pennello sintetico piatto di almeno 5 cm o pennellessa media
  •  Nastro carta
  •  Secchio
  •  Bastone per girare la tinta
  •  Teli protettivi per il pavimento

Come tinteggiare da soli

Con il nastro carta, proteggete le parti che non andranno dipinte. Spesso i muri non sono perfettamente in squadra e una tinta scura rischia di evidenziare questi difetti. Per ovviare a questi eventuali problemi, basta attaccare il nastro qualche millimetro all’interno della parete rispetto all’angolo e far cadere il nastro perpendicolare al terreno.

Proteggete anche i battiscopa e i pavimenti con dei teli.

Versate la tinta in un contenitore e diluitela con pochissima acqua per renderla leggermente più fluida. Girate bene con un bastoncino. Non bisogna diluire subito tutto il colore perché se avanzerà si conserverà meglio puro.

Intingete solo la punta del pennello o della pennellessa nel colore e scaricatene un po’ sul bordo. Facendo così eviterete di far gocciolare il colore sulla parete e sul pavimento e di sprecarlo.

Iniziate a dipingere partendo dall’alto e tirando bene il colore per evitare gocce, grumi o segni delle pennellate. Per fare questo date pennellate incrociate. Fate asciugare bene per almeno 3 o 4 ore.

Date una seconda mano, incrociando sempre le pennellate. Le tinte scure non perdonano errori. Se necessario, date anche una terza mano leggermente più diluita.

Rimuovete il nastro carta scaldandolo con il phon. Questo passaggio eviterà distacchi di colore e intonaco perché il calore scioglie la colla del nastro carta rendendolo meno adesivo.

Foto degli step di lavoro

  • Proteggere con il nastro carta tutte le cose con andranno dipinte.
  • Posizionare il nastro carta a qualche millimetro dall’angolo per delimitare l’area da dipingere.
  • Proteggere con nastro carta e teli il battiscopa e il pavimento.
  • Intingere nel colore solo la punta del pennello.
  • Dipingere prima sempre in un senso.
  • Poi passare il colore a pennellate incrociate, dipingendo nel verso opposto al precedente.
  • Rimuovere il nastro carta con il calore del phon.

Il lavoro terminato

Come dipingere una parete mascheratura con nastro carta 1

Proteggere con il nastro carta tutte le cose con andranno dipinte.

Come dipingere una parete mascheratura muro con nastro carta 2

Posizionare il nastro carta a qualche millimetro dall’angolo per delimitare l’area da dipingere.

Come dipingere una parete protezione battiscopa e pavimento 3

Proteggere con nastro carta e teli il battiscopa e il pavimento.

Come prendere il colore per dipingere una parete 4

Intingere nel colore solo la punta del pennello.

Pennellate incrociate per dipingere una parete 5

Dipingere prima sempre in un senso.

Come rimuovere mascheratura con nastro carta 7

Rimuovere il nastro carta con il calore del phon.

Dipingere una parete con pennellate incrociate 6

Poi passare il colore a pennellate incrociate, dipingendo nel verso opposto al precedente.

Il lavoro terminato

Parete della camera da letto dipinta con una tinta scura.

 

Scegliere le pitture

Puoi approfondire questo argomento leggendo anche:

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 4.5 / 5, basato su 2 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!