Tavolo e vaso da esterni coordinati

Decorati con gli stessi colori, tavolo allungabile e vaso per le piante cambiano look al balcone. Per l'iniziativa "I tuoi lavori diventano protagonisti", il fai da te di Patrizia I.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 28/08/2013 Aggiornato il 28/08/2013
Tavolo e vaso da esterni coordinati

Mobili “di recupero”, vecchi e rovinati dall’usura ma di buon legno e dunque resistenti, rinascono a nuova vita con pochi semplici gesti. Patrizia partecipa alla nostra iniziativa “I tuoi lavori diventano protagonisti” con un tavolo a doghe e un vaso che ha sul balcone: li ha rinnovati con il colore e resi coordinati. Bianco e verde, con un tocco di rosso per la decorazioni. 

MATERIALE OCCORRENTE

– Carta vetrata grana fine

– Levigatrice (facoltativa)

– Fondo bianco ad acqua per legno

– Rullo piccolo (circa 20 cm) per vernici per legno

– Pennelli in varie dimensioni di setole naturali

– Smalto bianco ad acqua

– Smalti colorati ad acqua

– Flatting ad acqua

– Nastro carta adesivo

– Colla vinilica

– Ritagli di giornali a scelta (fiori/frutta)

 

 

Come ha fatto il tavolino

Con la carta vetrata è necessario sgrossare e lisciare le superfici, aiutandosi se necessario con una levigatrice sopra i piani orizzontali. Per asportare i residui di polvere e residui generati, basta pulire con un panno umido e, quindi, stendere con un piccolo rullo per vernici a legno la cementite, ossia del fondo bianco ad acqua.
Per un buon lavoro è consigliabile stendere più mani di smalto ad acqua bianco (almeno due o tre), rispettando i tempi di asciugatura riportati sulle indicazioni del prodotto scelto e servendosi per i punti più difficili, come le gambe, di un pennello a setole naturali. Infine Patrizia ha applicato con la tecnica del decoupage alcune decorazioni precedentemente ritagliate da riviste e ha passato due mani di flatting ad acqua, ossia una vernice protettiva trasparente.

tavolo-primatavolo-dopo2

 

Come ha fatto il vaso?

Anche per il vaso è necessario innanzitutto provvedere a togliere con un panno umido residui di polvere e terriccio. Dopo avere passato due mani di smalto bianco ad acqua, ci si può sbizzarrire con la fantasia dando risalto alle parti in rilievo decorandole con smalti di colori differenti. Affinché possa resistere sotto la pioggia e le intemperie, il vaso va protetto con due mani di flatting ad acqua.

vaso-prima

vaso-dopovaso-dopo-2

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!