Come decorare vecchi piatti e risparmiare con il riciclo virtuoso

Chi non ha in casa qualche piatto di un vecchio servizio, rimasto solo o con altri pochi esemplari? È l'occasione per dar loro nuova personalità, con un lavoro che abbini disegno e pittura.

Monica Cresci
A cura di Monica Cresci
Pubblicato il 28/02/2019 Aggiornato il 28/02/2019
decorare vecchi piatti

Chi non ha in casa qualche piatto di un vecchio servizio, rimasto solo o con altri pochi esemplari? È l’occasione per dar loro nuova personalità, con un lavoro che abbini disegno e pittura. Ecco come decorare vecchi piatti e trasformarli in qualcosa di diverso e di nuovamente utile, nei colori che piacciono di più.

Che cosa serve per decorare vecchi piatti? Bastano matita, cutter, pennello e colori: ecco gli ingredienti per ottenere intagli, tinte sfumate, decori a sorpresa…

Per decorare vecchi piatti, per questo fai da te, sono stati utilizzati disegni naif, realizzati a mano, e sono state abbinate due tecniche creative.

Gallery fai da te – decorare vecchi piatti

Materiale occorrente

  • 4-5 piatti di recupero
  • 1 bomboletta di colore spray per ogni tinta scelta
  • 1 cartoncino
  • 1 rotolo di nastro adesivo di carta o di pellicola adesiva
  • 1 matita
  • 1 cutter
  • 1 paio di forbici
Piatti Luglio Step 1

Lavate i piatti, asciugateli e ricoprite la superficie con il nastro adesivo di carta o con la pellicola adesiva. Ripassate con un panno premendo con le mani, così da fare aderire perfettamente al piatto il materiale che lo deve coprire.

Piatti Luglio Step 2

Per realizzare le dime di cartoncino scaricate da internet immagini decorative, silhouette e sagome di animali, fiori o tutto ciò che preferite. Ridimensionate il formato in base alla misura del piatto, stampate su carta o cartoncino leggero e ritagliate i contorni con le forbici. Appoggiate la dima sul piatto e disegnatene il profilo con la matita.

Piatti Luglio Step 3

Con attenzione, incidete i contorni del disegno a matita con il cutter. Agite con una pressione costante facendo attenzione a non segnare il piatto. Eliminate il nastro di carta in eccesso, lasciando solo la parte con la sagoma disegnata.

Piatti Luglio Step 4

Appoggiate il piatto sulla carta da giornale e spruzzate una velatura uniforme di colore spray. Cercate di lavorare all’aperto o in un ambiente ben aerato. Lasciate asciugare e ripetete l’operazione se necessario, anche alternando due tonalità, creando effetti sfumati. Ad asciugatura avvenuta, eliminate la protezione e cancellate eventuali sbavature con il cotone e un goccio di diluente per smalto. Realizzate in questo modo anche gli altri piatti.

Piatti Luglio

Sedia Seleri di Zilio A & C.(www.zilioaldo.it); lampada-coniglio e tazza di Disaster distribuito da MI.HO. (www.mihounexpected.it). Per i disegni utilizzati per decorare vecchi piatti

Bambi e il tramonto Un timido cerbiatto sembra guardare il cielo che rosseggia al tramonto: è curato nel dettaglio questo piatto che recupera il decoro originale nelle gambe dell’animale, valorizzate dalle sfumature verdi.

Nel blu dipinto di blu Si rincorrono sul fondo color cielo le rondini ritagliate nel nastro adesivo. L’idea in più è di recuperare in parte il decoro originale: l’effetto è meno scontato.

Multitasking Una sedia dal design lineare e classico riprende il colore della parete creando un fondo quasi unico: l’idea in più è di utilizzarla come tavolino su cui appoggiare oggetti come la lampada, la tazza, l’uccellino.

Soluzione alternativa per decorare vecchi piatti

Se avete poca manualità potete usare anche mascherine per lo stencil ed etichette adesive: il risultato è garantito.

Di Silvia Stickers (www.silviastickers.com) le etichette adesive si possono combinare a piacere. Il groupage costa10 euro.

Di Silvia Stickers (www.silviastickers.com) le etichette adesive si possono combinare a piacere. Il groupage costa10 euro.

9cf6e034-0607-41c0-9548-86abfd6fd2f3_Claro1

Di Leroy Merlin (www.leroymerlin.it) la mascherina stencil misura 15 x 20 cm e costa 11,50 euro.

 

 

 

 

 

 

 

 

Styling: Monica Cresci
Foto: Andrea Baguzzi

 

Un altro modo di riutilizzare bene i piatti spaiati

Se il fai da te non è il vostro forte, un modo di riutilizzare i piatti scompagnati c’è: osate e metteteli in scena su tovaglia o tovagliette rigorosamente bianche, il colore lo daranno già loro! Cercate di alternare i più simili per tinta e per forma ai “pezzi sciolti”, in modo da smorzare le differenze di stile. Avrete creato una tavola super personalizzata!

 

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 4 / 5, basato su 1 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!