Appendiabiti in legno al naturale

Monica Cresci
A cura di Monica Cresci
Pubblicato il 10/10/2018 Aggiornato il 10/10/2018

Facile e veloce, un fai da te in grado di dare un tocco naturale alla casa: un ramo da usare come appendiabiti.

Appendiabiti in legno al naturale

Una scelta green ed ecologica per trasformare un ramo (tassativamente già caduto dall’albero, magari spezzato dal vento) in un comodo appendiabiti per l’ingresso. 

Come materiale occorrente servono: ramo di legno; ganci; corde; trapano; seghetto; carta abrasiva.

Pulite accuratamente il ramo eliminando schegge, sporco e, se necessario, livellate le parti appuntite con la carta abrasiva. Regolate le estremità eccedenti con un seghetto per ricavare un ramo pulito, lasciando i mini rami presenti lungo la superficie.

A seconda che si voglia attaccare l’appendiabiti al soffitto o al muro, si potrà scegliere per esempio nel primo caso di fissare al plafone due ganci ad anello, da cui far scendere due corde resistenti o due catenelle leggere a cui appendere poi il ramo sospeso; oppure, optando per la soluzione a parete, si potranno fissare due ganci a L al muro, con uno spessore idoneo a contenere il ramo.

Per una maggiore stabilità, bloccate le parti del ramo a contatto con i ganci con due viti. Potete sfruttare il nuovo appendiabiti appoggiando sciarpe e oggetti leggeri direttamente a dei piccoli “spuntoni” di rametti più piccoli , preventivamente accorciati, oppure utilizzando grucce in legno.

Un’idea in più: per personalizzare l’appendiabiti si possono fissare nel legno dei mini pomelli decorativi, così da poter appoggiare facilmente gli abiti. Quindi si può anche decorare il ramo dipingendolo o ricoprendolo con un tubolare realizzato a maglia. 

pouf, riccio di Sebra in vendita da J&V Store

Pouf e Riccio di Sebra, in vendita da J&V Store