Sfruttare lo spazio intorno alla finestra con studio e libreria

Architetto Elisa Coffinardi Pubblicato il Aggiornato il 11/10/2018

Quando la stanza ha un'apertura particolarmente ampia, specie in relazione alla metratura, può essere necessario sfruttare lo spazio intorno alla finestra il più possibile. Ecco un progetto in 3D per arredare la parete con il serramento con una zona studio ben attrezzata.

A volte, in una stanza, lo spazio c’è, magari non amplissimo, ma alcuni elementi strutturali (come porte e finestre) possono interrompere le pareti rendendo un po’ difficile trovare una soluzione d’arredo comoda e bella. È il problema che ci ha sottoposto la nostra lettrice Emilia F., che nella camera ragazzi (pianta a sinistra) del suo appartamento vorrebbe sistemare libreria e scrivania in modo da sfruttare lo spazio intorno alla finestra. Per darle uno spunto, abbiamo chiesto un progetto in 3D a uno dei nostri esperti, l’architetto Elisa Coffinardi.

pianta camera sfruttare lo spazio intorno alla finestra Il letto – ci ha riferito Emilia – è collocato sulla parete parallela al serramento mentre il guardaroba si trova in una cabina armadio adiacente. L’opzione più “felice” per arredare la camera è quella di lasciare libero il centro stanza e sfruttare lo spazio intorno alla finestra con un mobile (in parte chiuso e in parte a giorno) e con una scrivania, da sistemare in posizione centrale proprio sotto la finestra così che si possa godere della luce naturale sul piano e dell’affaccio sul viale alberato.

sfruttare sapzio intorno finestra progetto 3D

Per non sbilanciare visivamente la composizione, è stato ritenuto preferibile creare su entrambi i lati dell’infisso dei moduli libreria, intervallati però da un vano chiuso centrale, che “muove” l’effetto d’insieme. Infatti, se i ripiani a vista fossero stati sistemati entrambi immediatamente ai lati dell’infisso, si sarebbe avuto un risultato poco gradevole, anche dovuto alla differenza di lunghezza delle porzioni di parete.

Nella soluzione proposta dal nostro esperto, invece, l’alternanza di pieni e vuoti e la differenza di profondità dei moduli rendono il risultato più dinamico. L’inserimento di un vano chiuso, inoltre, ha anche soddisfatto la funzione pratica di ampio contenitore, la cui profondità di 60 cm è stata dettata da quella della scrivania, con cui resta a filo. Stesso discorso per il modulo a giorno a destra, che chiude la composizione verso la parete e che può essere ottimizzato con doppie file di libri (in questo caso, trattandosi di una camera ragazzi, nella parte posteriore del ripiano si possono lasciare ad esempio i volumi dell’anno scolastico precedente, da consultare solo all’occorrenza, oppure i vecchi libri per bambini da conservare per ricordo).

Per annullare visivamente la presenza di due volumi a tutta altezza, ai lati della finestra, che potevano in effetti essere un po’ incombenti, si è scelto di usare per la parete di fondo, i laterali e la relativa porzione di soffitto, nonché per il mobile, la stessa finitura azzurro polvere. Un tocco caldo, infine, lo aggiungono il piano scrivania in legno al naturale e la sedia e il tappeto color senape. 

pianta camera sfruttare spazio intorno finestra vista frontale camera sfruttare spazio intorno finestra

 

La scrivania ha profondità di soli 60 cm, contro gli 80 di moltissimi modelli in commercio. Con queste dimensioni la finestra risulta facilmente apribile da un adulto di statura normale sporgendosi un po’ sul piano. La finestra, divisa in tre ante, è lavabile senza troppe difficoltà aprendo l’infisso. Le tapparelle della soluzione della nostra lettrice sono elettriche.

Il progetto 3D risponde alle richieste specifiche della lettrice ma si può facilmente adattare ad esigenze diverse. È una delle tante possibili. Chi per esempio ha statura minore o non necessità di un piano ampio può semplicemente ridurre la profondità della scrivania  (e dell’armadio adiacente) anche a 50 cm. Chi utilizza la scrivania per lavorare con il portatile può “accontentarsi” di uno scrittoio/console di profondità ancora minore. Trattandosi di una soluzione su misura tutto può essere adattato alle singole esigenze. 

Quando si deve ristrutturare o arredare casa, si tratta sempre di valutare le proprie priorità: preferisco avere una scrivania sotto la finestra, che sfrutti la luce naturale, di grandi dimensioni o per me è preferibile averne una di misura più contenuta che mi permetta però di lavare bene i vetri? Oppure preferisco prendere un modello di scrivania su ruote, da spostare quando serve, rinunciando all’effetto estetico di una soluzione personalizzata e studiata al centimetro con piano e armadio in linea? Spesso le valutazioni sono soggettive. Sempre valide nella misura in cui rispondono alle diverse esigenze individuali.