Riorganizzare i disimpegni della zona notte. Progetto con pianta e visuale in 3D

Come ottimizzare la superficie "persa" nei disimpegni? Il nostro architetto risponde al lettore Manuel D.

Riorganizzare i disimpegni della zona notte. Progetto con pianta e visuale in 3D

Quesito di Manuel D.: Mi piacerebbe visionare una proposta di riorganizzazione degli spazi interni nella zona notte al fine di ottimizzare la superficie persa nei disimpegni e per collegare le due camere da letto a un unico corridoio.

  • Risponde l’architetto Ornella Musilli – www.libera-design.it 

Nello stato di fatto la zona notte è divisa in due indipendenti schemi funzionali disimpegno-bagno-cameraLa chiave del progetto è l’ideazione di un unico percorso distributivo ottenuto con interventi di demolizione e costruzione minimi che interessano la porzione dell’appartamento attigua alla camera attualmente più piccola. Nel dettaglio i lavori consistono nel tamponamento della porta che dal soggiorno dà accesso al disimpegno 2 e nella realizzazione dell’apertura del nuovo ingresso alla camera dal disimpegno 1 centrale. Si arriva così a un miglioramento sostanziale della ripartizione interna della zona notte; demolendo inoltre il piccolo tramezzo la stanza risulta più ampia e tutte le pannellature scorrevoli di armadi a muro e cabina armadio si allineano. Si ha così una chiara distinzione fra spazio servito e spazio servente organizzati rispettivamente lungo i lati opposti del percorso distributivo, il primo è più ampio e flessibile, il secondo contiene le attrezzature. Le finiture diversificate delle pannellature scorrevoli caratterizzano i singoli ambienti.

Clicca sulle immagini per vederle full screen

Stato di fatto

2_statodifattoMANUELd-esperto

 

3_demolizionicostruzioniMANUELd-esperto

 

4_progettoMANUELd-esperto

 

5vistaMANUELd-esperto