Ricavare un ripostiglio e contenere di più

Creare una piccola zona ripostiglio sfruttando tutti gli spazi mal utilizzati dell'intera abitazione: ecco il progetto del nostro esperto in risposta alla richiesta di Loredana. Con la riorganizzazione dei bagni e della zona notte e alcune lievi modifiche che migliorano la cucina, si ricava anche la lavanderia.

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 26/11/2014 Aggiornato il 26/11/2014
Ricavare un ripostiglio e contenere di più

Ricavare un ripostiglio da attrezzare come lavanderia, magari ricavando una nicchia e sfruttando i metri quadri “persi” per esempio in un bagno troppo lungo. Alla domanda della nostra lettrice Loredana risponde:

  • L’architetto & Interior Designer Elisa Coffinardi, www.archcoffinardi.weebly.com

È necessario rivedere gli spazi della casa che comportano perdite di spazi e presentano ambienti poco sfruttabili, e cercare di sopperire in qualche modo allʼassenza di un ripostiglio. Il progetto, partendo proprio dalla riorganizzazione dei bagni e della zona notte, ha poi di conseguenza comportato miglioramenti a tutta lʼabitazione creando nicchie contenitive dove necessario e spazi più funzionali e vivibili.

Sostanzialmente si è pensato di destinare uno dei due bagni alla camera padronale, ridisegnando la parete a confine con la cucina, dove si viene a creare la nicchia per le colonne che resteranno così a filo muro, ridurre leggermente le dimensioni dellʼaltro bagno e creare una ambiente in più, sfruttabile sia come nicchia lavanderia sia come ripostiglio accessibile dalla zona giorno. Una piccola modifica anche nella sagoma della cameretta permette inoltre di avere allʼingresso un comodo armadio guardaroba anchʼesso in nicchia.

Il bagno privato cui si accede tramite una scorrevole a scomparsa presenta frontalmente il lavabo con il rivestimento a parete che riprende con un piacevole effetto di continuità la ceramica effetto parquet del pavimento. A destra, lato finestra, rialzati su un gradino ci sono i sanitari sospesi, a sinistra invece un grande piatto doccia schermato da un box doccia minimalista in vetro trasparente. La zona doccia è arricchita da un controsoffitto con luci led a effetto “cielo stellato”. Nel bagno sono state collocate delle nicchie precorformate in acciaio inox che danno possibilità di appoggio, viste le ridotte dimensioni e lʼassenza di mobili.

Il bagno principale invece è dotato di vasca da bagno posizionata sotto la finestra in modo da ottimizzare lo spazio disponibile, i rivestimenti giocano su due tonalità creando un ambiente elegante ma sobrio. Il locale lavanderia può contenere lavatrice e asciugatrice, un armadio o scaffali e vi si accede dal disimpegno della zona giorno, delimitato da un controsoffitto con faretti che parte dallʼingresso.

apertura tra soggiorno e cucina è stata ampliata in modo da dilatare gli spazi e creare continuità, con una doppia porta scorrevole in vetro esterna che arreda ed illumina con i riflessi anche quando aperta. La cucina sembra molto più grande e spaziosa grazie alle colonne incassate nella parete.

Clicca qui per vedere anche con quali mobili puoi attrezzare la lavanderia.

 

Clicca sulle immagini per vederle full screen

 

La pianta dello stato di fatto – Come era la casa

sdf

La pianta dello stato di progetto – Come la casa si trasforma

/Users/elisacoffinardi/Documents/cose di casa/esprerto2/plani.dw

La pianta dello stato di progetto con le misure
progetto

 

esperto-loredana-vista-alto

esperto-loredana-cucina esperto-loredana-sala esperto-loredana-bagno-vasca esperto-loredana-bagno-doccia

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 4.6 / 5, basato su 5 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!