Ricavare il secondo bagno

Il secondo bagno, se ricavato vicino a quello principale, ne può sfruttare gli impianti con risparmio di tempo e denaro nella ristrutturazione. In risposta al nostro lettore Vitantonio, il progetto in 3D del nostro architetto.

Ricavare il secondo bagno

Il secondo bagno di solito deve avere almeno lavabo e vaso igienico. A volte è anche possibile prevedere elementi in più, come il bidet o, come nel progetto qui sotto, la doccia. Pensato per il nostro lettore Vitantonio, che si è rivolto a noi per un suggerimento su come ingrandire il secondo bagno della sua casa mantenendo però un ampio bagno principale, il progetto in 3D che vi proponiamo è dell’architetto Ornella Musilli – www.libera-design.it con un progetto in 3D.

Nel nuovo progetto la zona servizi (bagno 1, bagno 2 con vano doccia) è separata da ingresso e cucina da una parete dallo spessore maggiore rispetto alle altre tramezzature, in struttura metallica e cartongesso; è isolata acusticamente con pannellature interne ed utilizzata per l’alloggiamento degli impianti, in particolare per quello di aspirazione meccanica di secondo bagno e vano doccia e per quello di scarico dei wc. L’ultimo tratto del condotto di aspirazione meccanica è collegato all’esterno dell’appartamento e nascosto dal controsoffitto. 
Il bagno 2 ha una parete curva e comunica con il vano doccia con fasce di vetro opaco poste ai lati del pilastro. L’impianto di scarico più lontano dalla colonna principale, che si ipotizza ubicata fra i due attuali bagni, è quello del secondo bagno, per questo si prevede il rialzo del pavimento su pedana per ottenere una maggiore pendenza delle tubazioni
La doccia: ha una zona dedicata con ingresso dal disimpegno ed è rialzata su pedana, il piatto doccia è di grande formato (120×90 cm), la conformazione di cabina e le sue dimensioni consentono di attrezzarla come spazio relax, ad esempio come piccolo hammam domestico. All’interno ci sono due rientranze schermabili con un pannello in vetro scorrevole, una è dotata di ripiani e l’altra di ganci appendiabiti. Arredi utilizzati nel progetto: mosaico di Mosaico+ e piatto doccia di Ideal Standard.

Il bagno1 è una stanza ampia con finestra. La vasca è un modello con un fianco più largo e vani porta-oggetti al di sotto, è delimitata su un lato corto da una rientranza con ripiani ricavata accanto al pilastro, la rubinetteria può essere in alternativa posizionata sul bordo più grande.  

Clicca sulle immagini del progetto per vederle full screen

 

  • Il piatto doccia è di grande formato (120x90 cm), la conformazione di cabina e le sue dimensioni consentono di attrezzarla come spazio relax, ad esempio come piccolo hammam domestico. All'interno ci sono due rientranze schermabili con un pannello in vetro scorrevole, una è dotata di ripiani e l'altra di ganci appendiabiti. Mosaico di Mosaico+ e piatto doccia di Ideal Standard.
  • Il bagno1 ha una vasca con un fianco più largo e vani porta-oggetti al di sotto, è delimitata su un lato corto da una rientranza con ripiani ricavata accanto al pilastro. La rubinetteria può essere in alternativa posizionata sul bordo più grande. Sanitari, vasca, lavabo e complementi d'arredo di Agape, parquet di Xilo 1934, radiatore di Cordivari.