Progetti: nel soggiorno, un angolo bar contemporaneo

Nel soggiorno si può ritagliare una zona multifunzione da adibire a bar. Ecco una vista in 3D realizzata da un nostro architetto con un angolo bar di circa 2 mq, realizzato per la nostra lettrice Sonia P.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 03/12/2015 Aggiornato il 03/12/2015
Progetti: nel soggiorno, un angolo bar contemporaneo

Qual è la posizione migliore per ricavare una zona bar all’interno del living? Come dice il nome stesso l’ideale sarebbe un “angolo”, ma in caso lo spazio non lo consentisse, basta attrezzare un vano chiuso di una madia per esempio. Alcune aziende producono mobili bar, appositamente pensati, l’evoluzione contemporanea di quelli anni ’70. La cosa migliore è che possa essere sistemato non in una zona di passaggio, magari a lato di una finestra, soprattutto lontano possibilmente da fonti di calore come radiatori o camini. Ecco il progetto realizzato per la lettrice Sonia P. dall’architetto Donatella Ciriaco  – www.studiodag.it. 

Due metri quadrati del soggiorno sono stati allestiti per creare un vero e proprio angolo bar. Nel progetto sono stati usati dei moduli ad anta battente pensili di dimensioni L 35 x P 35 x H 180 cm. Un pensile contiene vari set di bicchieri per ogni occasione come flûte, i tumbler per i long drink, boccali per la birra eccetera. L’altro è dedicato al contenimento di bottiglie di vino, liquori ed alcolici vari. Come piano di appoggio si è utilizzato un elemento standard, che in alcune collezioni di mobili di produzione viene chiamato pianale o pedana da L 150 cmx P 45 x H 75 cm. Ha una portata in genere di circa 15 Kg al metro lineare, in questo caso è in appoggio su degli elementi pensili con apertura a vasistas, ma va comunque fissato a parete con tasselli a scomparsa, per garantirne la stabilità e sicurezza. Il piano di appoggio è sfruttabile anche come piano di lavoro occasionale dove appoggiare il pc portatile. In alternativa al classico sgabello, sono stati scelti due pouf più pratici e sfruttabili, perché leggeri e quindi facili da spostare anche come sedute aggiuntive per la zona conversazione o, sempre accostati al divano, come poggiapiedi o piani di appoggio in più oltre il tavolino. Un trucco per rendere più evidente la zona bar e valorizzarla, può essere quella di realizzare un semplice abbassamento del soffitto in cartongesso in cui incassare faretti a led a basso consumo. 

 

Clicca sulle immagini per vederle full screen

  • angolo-bar-Layout1-(1)
  • Bartondo, mobile bar di Cini Boeri per Veneta Cucine
  • Progetto per mobile bar
Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!