Dove trovare spazio per la lavanderia? Progetti da copiare

Anche negli appartamenti più grandi la lavanderia è spesso un bagno ben progettato, dall'estetica ineccepibile. Quando invece non si vuole o non si può dedicare un bagno a questo scopo, che fare? Ecco alcuni progetti da copiare, per ricavare la lavanderia in spazi di passaggio o in balcone.
A cura di Giovanna Strino
Pubblicato il 04/05/2022 Aggiornato il 05/05/2022
lavanderia

Lavanderia in corridoio. Un angolo zen

Il corridoio è uno dei posti della casa ideali per nascondere la lavanderia (se confina con la camera da letto, scegliere apparecchi particolarmente silenziosi), ma richiede un’attenzione all’estetica se la si vuole schermare a dovere.

In questo progetto, è stata inserita in una raffinata struttura con ante scorrevoli in finitura fumé. Il sistema di illuminazione interno al volume ha completato la scenografia per renderla più gradevole e idonea a una zona di passaggio.

progetto lavanderia corridoio zen

Progetti: arch. Gaia Miacola, www.gaiamiacola.it. Costo realizzazione: 2.500 euro.

 

La lavanderia in uno spazio di passaggio, con una quinta a libro

Il progetto si basa sull’utilizzo di una grande porta a libro a tutt’altezza che sfrutta lo spazio di un disimpegno come area di manovra d’apertura. Si tratta di un progetto dell’architetto Tommaso Giunchi, che ottimizza lo spazio e in soli 70 cm di profondità – tanto basta per posizionare gli elettrodomestici a colonna e un lavatoio – crea una zona lavanderia funzionale. Una volta che la grande anta a libro viene aperta, si ha a disposizione tutto lo spazio del disimpegno per svolgere le attività di lavaggio.

progetto lavanderia passaggio quinta a libro

In più, l’altezza totale ha permesso di collocare a soffitto uno stendipanni, che sfrutta il calore diretto fornito dal termoarredo, posizionato appositamente in corrispondenza. Infine, sfruttando l’adiacenza del bagno, è stato sufficiente realizzare una piccola apertura nella parete in comune, schermata con lamelle di vetro orientabili, per fare arrivare la luce naturale anche in questo piccolo spazio di servizio.

 

“Volumi” (non stanze) per inserire lavanderia e servizi

Per questo intervento di trasformazione di un ufficio in appartamento privato, il progetto ha sfruttato gli ampi spazi vuoti con l’aggiunta di una serie di volumi, invece di delimitare delle vere e proprie stanze. All’interno, queste “scatole” in cartongesso contengono i vari spazi funzionali: bagni, studio, cabina armadio e lavanderia. È una soluzione interessante, adatta per un open space o un ampio soggiorno.

progetto lavanderia scatole blu

Progetto: arch. Tommaso Giunchi, tommasogiunchi.it

Costo della realizzazione
volume lavanderia: 5.000 euro
ante (modello Skema di Ferrero Legno): 1.800 euro

 

Nel progetto sotto, invece, sempre del medesimo architetto, un volume centrale in legno collega i due ingressi opposti della casa ed è un versatile contenitore di servizi. Lungo il suo sviluppo, infatti, cambia assetto, attrezzatura interna e funzione: all’ingresso è guardaroba e scarpiera; poi diventa una pedana per sedersi, prosegue accogliendo un piccolo studio dietro le ante e, a seguire, un ripostiglio e anche una lavanderia, per tornare a essere guardaroba/scarpiera in corrispondenza del secondo ingresso. La soluzione è proponibile anche per contesti più piccoli e richiede una progettazione al centimetro, anche per quanto riguarda gli impianti.

progetto-lavanderia-scatole

Progetto: arch. Tommaso Giunchi, tommasogiunchi.it

Costo della realizzazione
volume in legno: 35.000 euro
arredi per la lavanderia: 4.000 euro

 

Ricavare la lavanderia sul balcone con la veranda

L’intervento progettato dell’architetto Fabio Bonazia riguarda la ristrutturazione di un appartamento di 115 mq, nel quale realizzare interni spaziosi e luminosi, con funzioni separate e distinte. Il layout, quindi, non poteva puntare su continue divisioni nette che, di fatto, avrebbero impedito di rispondere alle esigenze espresse dalla committenza; nello specifico, queste consistevano in una zona giorno open space, due camere da letto di ampia metratura, un bagno e una zona lavanderia.

Per evitare di sottrarre spazio interno e di realizzare ambienti piccoli o irregolari, l’architetto ha collocato la lavanderia all’esterno, sul balcone della cucina profondo appena 100 cm. Per renderla praticabile, il balcone è stato protetto in senso verticale con una struttura in acciaio dipinto di bianco e vetri; questi ultimi in parte fissi (quelli laterali) e in parte apribili con un sistema di ante scorrevoli (quelli frontali). In senso orizzontale, realizzando una copertura in tavole di legno, coibentata con polistirene espanso estruso da 10 cm. In questo modo sono stati recuperati e aggiunti alla casa ben 5 mq, tutti per la lavanderia.

La realizzazione di una veranda richiede una verifica preliminare di fattibilità presso il comune.

progetto lavanderia sul balcone

Progetto: arch. Fabio Bonazia, www.facebook.com/people/Fabio-Bonazia/1441506257.

L’arredo scelto è essenziale: un mobile di produzione (adattato su misura in fase di posa) con un piccolo lavatoio e un modulo base per contenere, con la lavatrice freestanding collocata sotto al top. L’estetica gioca sul contrasto fra l’aspetto naturale e caldo del legno, presente nel rivestimento del soffitto e nel piano del mobile, e quello freddo dell’acciaio inox, con il quale sono realizzati la vaschetta, la rubinetteria e i vari complementi (stendibiancheria e mensole). Un progetto per avere il vano in ordine senza sprecare spazio prezioso.

Costo della realizzazione
struttura in acciaio e copertura: 3.000 euro
infissi: 2.500 euro
opere edilizie a supporto (tinteggiature, pavimento, rivestimento soffitto): 1.000 euro
arredamento (di Ikea): 400 euro
opere di falegnameria per installazione: 100 euro
oneri urbanistici al Comune: 950 euro

Lavanderia informale a vista, nella parte finale di un corridoio

Ecco una lavanderia che sfrutta la parte finale di un corridoio. Per contenere i costi ed evitare lavori di muratura, in modo da disporre di un budget maggiore per l’acquisto dell’attrezzatura, l’architetto ha optato per una soluzione a vista, pur con un piccolo mobile lavatoio e persino una struttura a parete con montanti a cremagliera che reggono ripiani e aste per stendere.

progetto lavanderia corridoio informale

Progetti: arch. Gaia Miacola, www.gaiamiacola.it. Costo realizzazione: 3.500 euro

Foto gallery lavanderia

  • La realizzazione
di una veranda richiede una verifica preliminare di fattibilità presso
Il comune
Le finiture L'arredo è essenziale: un mobile di produzione (adattato su misura in fase di posa) con un piccolo lavatoio e un modulo base per contenere, con la lavatrice freestanding collocata sotto al top. L'estetica gioca sul contrasto fra l’aspetto naturale e caldo del legno, presente nel rivestimento del soffitto e nel piano del mobile, e quello freddo dell’acciaio inox, con il quale sono realizzati la vaschetta, la rubinetteria e i vari complementi (stendibiancheria e mensole). Un progetto per avere il vano in ordine senza sprecare spazio prezioso.
  • progetto lavanderia scatole
  • progetto lavanderia scatole blu
  • progetto lavanderia passaggio quinta a libro
  • Costo realizzazione : 2.500 euro
  • Costo REALIZZAZIONE: 3.500 euro

Tratto da Cose di Casa di febbraio 2020

 

Progetti per bagno di servizio e mobili lavanderia

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 3.57 / 5, basato su 7 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!