Cucina a vista o separata dal soggiorno? Progetto salvaspazio in 3D

La cucina a vista sul soggiorno è di tendenza, si sa. E avere due ambienti in uno fa - se necessario - risparmiare spazio. Ecco per il lettore Andrea T., un progetto che separa e al contempo integra perfettamente i due ambienti, sfruttando i vantaggi di entrambe le soluzioni.

Cucina a vista o separata dal soggiorno? Progetto salvaspazio in 3D

Il dubbio è davvero tra i più frequenti: fare una zona giorno open space con cucina a vista oppure separare i due ambienti? E nel primo caso come ottimizzare gli spazi ed integrare l’arredamento di soggiorno e cucina? Il problema è talmente diffuso che negli ultimi anni i produttori di cucine hanno compreso l’opportunità e hanno iniziato a costruire mobili per il living, così da offrire ai loro clienti un servizio a 360° per arredare tutta la zona giorno in modo veramente “integrato”, con soluzioni che potessero o dividere in parte o piuttosto unire maggiormente cucina-zona pranzo-salotto. Per rispondere alla richiesta a questo proposito del nostro lettore Andrea T., che desidera una casa moderna e giovane, l’architetto Ornella Musilli – www.libera-design.it ha proposto questo progetto in 3D

La zona operativa della cucina con lavello, lavastoviglie e ampi piani lavoro e cottura è disposta sulla parete con allacci impiantistici predisposti ed è composta da basi e pensili; sul lato opposto sono previste quattro colonne da 60 ed altezza di 150 cm che contengono il frigorifero, il congelatore, la dispensa ed il forno. Verso la finestra la composizione è “abbassata e svuotata” (così da permettere un razionale fluire della luce) dalla presenza di un bancone snack, utilizzabile anche come piano lavoro aggiuntivo. L’ingresso all’appartamento è delimitato da una parete in cartongesso con struttura metallica che non raggiunge il soffitto (h=160 cm). La chiusura verticale fino al controsoffitto è realizzata invece con una lastra in vetro traslucido bianco, che dà continuità al tramezzo ma lascia passare luce dalla cucina.

Alla superficie calpestabile più ampia dell’entrata, nella quale sono sistemati lo specchio ed il portaombrelli, segue un disimpegno che conduce al soggiorno e ospita un guardaroba con ante scorrevoli e la vetrina espositiva illuminata all’interno. Ingresso e cucina sono divisi dal soggiorno da setti in muratura, rivestiti da elementi in ceramica incorniciati da listelli in metallo. il più grande dei setti potrà eventualmente contenere una porta scorrevole a scomparsa a chiusura della cucina. 

Il soggiorno e la zona pranzo sono allestiti con arredi di design disposti in successione, la ricerca della massima funzionalità si esprime attraverso: le profondità calibrate di libreria, tavolo e parete attrezzata, l’estensione rilevante in lunghezza degli elementi, il doppio uso del divano che consente di ottenere più spazio nel salotto con tv, poiché da un lato è sofà e dall’altro seduta. Le variazioni cromatiche sono contenute nella gamma dei toni neutri con poche eccezioni in contrasto, ad esempio la laccatura amaranto della porta di ingresso alla zona notte.

Clicca sulle immagini per vederle full screen

 

Prodotti utilizzati nel progetto: libreria Graduate, sedia Glove e credenza Sideboard di Molteni & C.; divano Class e tavolo Solid, Layout isola giorno di Farm; ceramiche Rain e Air della collezione Phenomenon di Mutina; lampade La Belle di Prandina, Asteroide e Ara Wall di Nemo; sgabelli Dart di Kristalia.